Povia positivo al Covid, il presidente Gimbe twitta: «Finché i cretini fanno eh». Bufera sui social

Povia positivo al Covid e Cartabellotta twitta: «Finché i cretini fanno eh». Bufera sui social

Il medico, presidente della Fondazione Gimbe, ha ricevuto anche minacce di morte e ha commentato: "Questo la dice lunga sul fatto che la libertà di espressione per i no vax debba essere garantita solo a chi diffonde teorie complottiste

Giuseppe Povia, tra i portabandiera del movimento No Green Pass con posizioni vicine ai no vax, nei giorni scorsi avrebbe dovuto partecipare ad una manifestazione contro il Green pass a Genova ma ha dato forfait mandando un messaggio agli organizzatori: «Sono positivo con carica bassa, sto bene». E Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, su Twitter ironizza facendo scoppiare la polemica social.

 

Leggi anche > «Sono positivo al covid»: l'annuncio di Povia, salta la presenza all'evento no green pass

 

 

Il medico, presidente della Fondazione Gimbe, è stato duramente contestato per un tweet in cui ironizzava parafrasando una canzone dell'artista. Tra le reazioni alla notizia che il cantante Povia sia risultato positivo al Covid-19, anche l'ilarità di Nino Cartabellotta. Il medico, presidente della fondazione Gimbe che pubblica settimanalmente i dati sui contagi, ha commentato via Twitter parafrasando il ritornello del brano di Povia «I bambini fanno ooh» con un ironico: «Finchè i cretini fanno(eh) / Finchè i cretini fanno(ah) / Finchè i cretini fanno "boom"», ha scritto, aggiungendo l'hashtag #povia.

 

 

Cartabellotta è finito subito sulla graticola. Al centro della polemica di no vax e No Green Pass che non hanno preso bene la sua presa in giro. Cartabellotta, ha dunque dovuto replicare a Radio Cusano Campus: «Nessuna presa in giro, era il copia-incolla del testo di una canzone di Povia. Gli attacchi sono arrivati da tutte le parti, ho ricevuto anche minacce di morte. Questo la dice lunga sul fatto che la libertà di espressione secondo i no vax deve essere garantita solo a chi diffonde teorie complottiste, gli altri non possono neanche fare un po' di ironia».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Dicembre 2021, 20:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA