Poste Italiane inaugura il più grande centro di smistamento pacchi, Mattarella: «L’innovazione non è nemica del lavoro»

di Silvia Natella
Il più grande Hub legato all’e-commerce del Paese porta l’insegna di Poste Italiane e ha iniziato ufficialmente la sua attività. Il nuovo centro logistico dell’interporto di Bologna vuole rispondere con numeri da record al crescente aumento di acquisti online. A pieno regime può smistare 250mila pacchi al giorno e misura quanto dieci campi da calcio. «È un esempio di modernizzazione indispensabile. I 135mila dipendenti di Poste Italiane dimostrano che l’innovazione non è nemica del lavoro», ha dichiarato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla cerimonia di inaugurazione di ieri mattina, a cui erano presenti anche il vice premier Luigi Di Maio e l’amministratore delegato Matteo Del Fante.
 
 


Ci sono voluti 17 mesi per realizzarlo e 50 milioni di investimento. Il risultato è un impianto completamente automatico con tecnologie e robot di ultima generazione, concepiti in un’ottica sostenibile. Come un ponte tra passato e futuro, Poste Italiane sceglie di puntare sull’e-commerce sfruttando la tradizionale capillarità in tutto il territorio. L’obiettivo è quello di ridurre i tempi di consegna andando incontro alle esigenze dei cittadini. «Abbiamo 13mila uffici postali e 157 anni di storia, quindici giorni fa Zalando ci ha scelto come il miglior sistema di logistica in Italia», ha detto l’amministratore delegato Del Fante.

La struttura logistica è stata costruita all’Interporto di Bologna su una superficie totale di 75 mila metri quadrati (di cui 23.600 mila al coperto) con un investimento complessivo di 50 milioni di euro tra costi di fabbricato e dotazioni tecnologiche. Nell’impianto lavorano ogni giorno complessivamente 600 persone; sono presenti 182 posizioni di carico con attracco diretto sui mezzi per permettere di caricare immediatamente i pacchi sull’automezzo a monte e a valle del processo di smistamento. Il sistema di sorting è costituito da 3 impianti che suddividono automaticamente i pacchi per destinazione e peso/volume su 544 uscite, consentendo la gestione sia di buste e piccoli pacchi, sia dei colli extra-large, per una capacità complessiva di 34.000 pezzi all’ora.
 
 Il nuovo impianto si pone anche come esempio del rispetto dei principi di sostenibilità promossi da Poste Italiane. Sulla copertura dell’impianto sono stati installati pannelli fotovoltaici che coprono una superficie di 5.500 metri quadrati e generano una quantità di elettricità superiore al fabbisogno energetico diurno, riducendo di 225 tonnellate le emissioni annue di CO2. La struttura ha ottenuto il livello “Gold” per la certificazione LEED, la certificazione energetica e di sostenibilità più diffusa al mondo.
 In totale, l’impianto gestisce 250.000 colli al giorno, di cui 160.000 di piccole dimensioni e 90.000 di medie e grandi dimensioni.
Martedì 16 Luglio 2019, 13:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA