Pompei, due euro per un caffè «sono troppi!», cliente prende a schiaffi il cameriere del bar

Pompei, due euro per un caffè «sono troppi!», cliente prende a schiaffi il cameriere del bar

Si rifiuta di pagare 2 euro un caffè e passa alle maniere forti. Prima ha minacciato il cameriere del bar e poi lo ha colpito con una serie di schiaffi al volto. A distanza di due mesi l'uomo è stato identificato e sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

 

Leggi anche > Operazione «Inter Nos»: la 'ndrangheta nella sanità pubblica. 24 indagati per corruzione nell'ASP di Reggio Calabria

 

Troppo caro, secondo lui, un caffè consumato seduto al tavolino davanti al Santuario di Pompei. Quei 2 euro gli erano sembrati troppi, così aveva protestato animatamente con il cameriere: per lui, al massimo, la cifra da pagare era un euro. Quando si è reso conto che il cameriere non avrebbe fatto sconti nella riscossione del conto, il cliente ha iniziato a minacciarlo e, poi, lo ha colpito ripetutamente in faccia provocandogli degli ematomi.

 

L'episodio risale agli inizi di giugno ed è avvenuto nel bar Santuario, proprio di fronte al Santuario di Pompei. A distanza di due mesi, gli agenti di polizia sono riusciti ad identificarlo. Si tratta di un pluripregiudicato della zona che è stato sottoposto all'obbligo di firma in quanto gravemente indiziato di tentata estorsione e lesioni personali aggravate.

 

L'uomo, secondo quando dichiarato dalla polizia, nella notte del 4 giugno aveva consumato un caffè al tavolino del bar, ma arrivato il momento di pagare si era lamentato per il conto che considerava esagerato. Aveva preteso di pagare soltanto un euro e poi aveva minacciato il cameriere di «spaccargli la faccia», per poi prenderlo a schiaffi, procurandogli degli ematomi prima di dileguarsi, una volta chiamata la polizia.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 2 Agosto 2021, 16:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA