Poliziotti uccisi, l'ultimo saluto: camera ardente e funerali solenni

Aperta la camera ardente allestita nel famedio della Questura di Trieste per l'ultimo saluto all'agente scelto Matteo Demenego e all'agente Pierluigi Rotta, caduti lo scorso venerdì nell'adempimento del proprio dovere nel corso di una sparatoria. Una folla composta da centinaia di cittadini che continuano ad arrivare, commossi e in rispettoso silenzio, ha voluto stringersi attorno ai due agenti uccisi in Questura a Trieste venerdì scorso e ha atteso a lungo di poter entrare e lasciare un fiore una preghiera o un pensiero. Un affetto che non è mancato nemmeno nei giorni scorsi, testimoniato da decine di messaggi, fiori, ceri e disegni deposti davanti alla questura e sotto la targa loro dedicata.



All'interno del famedio per fare spazio ai due feretri che arriveranno nel primo pomeriggio e saranno adagiati davanti ai ritratti di Matteo e Pierluigi, sono stati spostati tutti i fiori e le piante che dal giorno dopo la sparatoria e, fino a questa mattina, sono stati portati dai tantissimi cittadini. Anche i disegni colorati lasciati dai bambini sono stati raggruppati e affissi nell'atrio dell'edificio, di fronte al famedio, ai cui lati restano accese solo poche candele. La camera ardente rimarrà aperta fino a domani mattina, quando saranno celebrati i funerali in forma solenne, alle ore 11.30, nella chiesa di Sant'Antonio Taumaturgo. Previsto per oggi pomeriggio, attorno alle 16, il capo della Polizia, Franco Gabrielli, che incontrerà le famiglie dei due giovani poliziotti. Sono attesi alle esequie il presidente della Camera, Roberto Fico, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e i ministri dell'Interno e dello Sviluppo economico, Luciana Lamorgese e Stefano Patuanelli.

Per la giornata di domani 16 ottobre, il Comune di ha previsto una specifica ordinanza per regolare la viabilità nella zona con chiusure e divieti al traffico veicolare. Il provvedimento prevede, fra l'altro, la chiusura al traffico (sia pubblico che privato - dalle ore 9 alle ore 13 di domani 16 ottobre e fino a cessate esigenze) lungo via del Teatro Romano - largo Riborgo - via San Spiridione - piazza Sant'Antonio Nuovo. Sarà prevista la sospensione temporanea della circolazione veicolare sulle strade laterali che intersecano il percorso del corteo funebre - gestita da agenti delle Forze dell'ordine - per il tempo strettamente necessario al transito. La chiusura al traffico veicolare (sia pubblico che privato - esclusivamente dalle ore 9 alle ore 13 di domani) sarà operativa anche in alcuni tratti di via dell'Orologio, via Pozzo del Mare, via Punta del Forno e di via del Teatro Romano. Viene inoltre istituito il divieto di sosta e fermata fino a cessate attività in via del Teatro Romano, in piazza Vecchia (tutta - ambo i lati), in via Di Tor Bandena (tutta - ambo i lati) e in alcuni tratti di via Nicolò Machiavelli, via XXX Ottobre, via della Zonta, nonché in via San Lazzaro. Infine dalle ore 7 di domani, e comunque fino a cessate necessità, sarà istituito il divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente in piazza Piccola, (tutta), in via della Muda Vecchia, (ambo i lati), in largo Granatieri (tutto) nonché in via Malcanton, nel tratto compreso tra l'intersezione con largo Granatieri e l'intersezione con via del Teatro Romano (ambo i lati). 
Martedì 15 Ottobre 2019, 14:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA