Sprint riforme Pnrr: multe a chi non ha il Pos, bollino parità di genere per le imprese, inglese e social nella P.A.

Sprint riforme Pnrr: multe a chi non ha il Pos, bollino parità di genere per le imprese, inglese e social nella P.A.

di Alessandra Severini


Una nuova stretta dei controlli sull'uso dell'ecobonus, multe per chi non usa il POS e nuove regole per i concorsi nella PA. Sono queste alcune delle misure contenute nel nuovo decreto Pnrr approvato ieri in Consiglio dei ministri, un provvedimento necessario per arrivare a raggiungere i 45 obiettivi del Piano nazionale di ripresa e resilienza previsti entro giugno. Intanto proprio ieri è arrivata la prima rata dei finanziamenti Ue da 21 miliardi, versata dopo aver certificato il raggiungimento da parte dell'Italia dei 51 obiettivi previsti dal Piano per il 2021. La prossima, se gli obiettivi saranno raggiunti, sarà da 24,2 miliardi per un totale complessivo che arriverà a 191 miliardi.

Il canone Rai dal 2023 non sarà più nella bolletta elettrica. Usigrai: «Servizio pubblico in pericolo»


ECO BONUS Si prevede un monitoraggio degli interventi realizzati utilizzando il bonus, compresa la valutazione del risparmio energetico ottenuto. Per realizzarlo, le informazioni sugli interventi realizzati verranno trasmesse per via telematica all'Enea.


PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Per essere assunti sarà necessaria la conoscenza di almeno una lingua straniera. Verrà poi adottato un codice che i dipendenti dovranno seguire per l'uso dei mezzi di informazione e dei social, anche per tutelare l'immagine della pubblica amministrazione.


LOTTA ALL'EVASIONE Partiranno già dal 30 giugno 2022 (invece che da gennaio 2023) le multe per gli esercenti che rifiutano il pagamento con carte. Solo le partite Iva a regime forfettario che non superano i 25mila euro di reddito annuo saranno esonerate dall'obbligo di fatturazione elettronica.


LAVORO NERO Contro il lavoro sommerso nasce un Portale unico che riunificherà in un'unica banca dati i risultati delle attività di vigilanza esercitate dai diversi organi ispettivi.


GIUSTIZIA Nasce un Comitato tecnico scientifico per monitorare l'efficienza della giustizia civile. Sarà formato da 15 componenti per cui non sono previsti compensi.


PARITÀ DI GENERE Le imprese che hanno il bollino per il rispetto della parità di genere avranno un punteggio più alto nei bandi di gara.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Aprile 2022, 08:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA