Pisa, in 6.000 al rave party illegale: va avanti da due giorni, in 200 identificati. Cosa rischiano

Pisa, in 6.000 al rave party illegale: va avanti da due giorni, in 200 identificati. Cosa rischiano

Va avanti da due giorni e non sembra destinato a interrompersi nell'immediato, il rave party illegale organizzato in provincia di Pisa. A Tavolaia, frazione del comune di Santa Maria a Monte, sono arrivati quasi seimila giovani da tutta Italia e da mezza Europa, in particolare da Francia e Germania ma anche da Spagna e Belgio. Tra i partecipanti al momento in 200 sono stati identificati dalle forze dell'ordine e che ora rischiano una denuncia per invasione di terreno privato.

 

Leggi anche > Pisa, maxi rave non autorizzato blocca il traffico: 5mila giovani (anche dall'estero). Interviene la polizia

 

 

Inutile sottolineare come, nonostante l'attività sia all'aperto, non vengano rispettate le minime misure anti-contagio. Il rave party era iniziato nella serata di sabato e la musica ad altissimo volume, 'sparata' dalle varie casse installate nell'area privata in cui è stata organizzata la festa, non ha lasciato scampo ai residenti, che sui social lamentano l'impossibilità di dormire.

 

 

Lungo le strade di accesso all'area, scelta come campeggio e discoteca abusivi ,è stato predisposto un cordone di forze dell'ordine che hanno istituito tre check point per impedire nuovi arrivi. La questura da oltre 24 ore sta coordinando un apposito servizio di ordine pubblico. Attenzione anche alle misure anti-Covid.

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 6 Luglio 2021, 17:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA