Piero Angela, i funerali: le lacrime del figlio Alberto. L'omaggio dei volti noti della tv, della politica e della gente comune

Emozione e lacrime a Roma per l'ultimo saluto a Piero Angela

Video

Sono tantissimi, romani e non, in fila verso il Campidoglio a rendere omaggio a Piero Angela scomparso lo scorso 13 agosto a 93 anni. Il feretro è stato portato nella sala della Prodomoteca dove c'era a moglie Margherita Pastore e i figli Christine e Alberto, che ha tenuto un discorso molto commovente . tra i presenti vertici Rai e il sindaco di Roma Roberto Gualtieri. Questa sera alle 19 la cerimonia laica.

Piero Angela, al funerale il discorso commovente del figlio Alberto: «Mi ha insegnato a non aver paura della morte»

 

FUNERALI PIERO ANGELA - LA CRONACA 

12.35 La diretta del funerale di Piero Angela termina qui, mentre proseguo l'omaggio da parte di cittadini comuni e di vip al Campidoglio.

12.23 Renzo Arbore: «Abbiamo suonato varie volte con PIero, ma quella con Lucio Dalla sta spopolando nella rete. Piero l'ha mata moltissimo questa azienda come l'ho amato io. Quando facevo l'atra domenica ed eravamo nel tg2 di Barbato, dove Piero Angela era l'ancorman si personalizzava il tg. Per la prima volta c'era un contatto diretto con il pubblico, stavamo sempre insieme perchè l'altra domenica era combinata con sport e spettacolo e facevamom comunella e si parlava molto di Jazza, musica e America. Piero aveva scritto "barba, capelli e baffi" che io gli cantavo spesso. Che aveva fatto questa canzone swing»

12.20 Entrato il segretario del Pd Enrico Letta

12.07 Tra i volti noti arrivati ad omaggiare Piero Angela in Campidoglio arriva Renzo Arbore4

11.58 Il ricordo di Vincenzo Mollica «E' stato uno dei pochi che si è battuto, insieme a Biagi per l'innocenza di Tortora»

11.40 Le parole del sindaco di roma Roberto Gualtieri:«Lascia un'eredità straordinaria. Ha fatto conoscere la scienza e il valore scientifico a milioni di italiani. Roma gli è grata, ha spiegato in modo dolce e gentile la conoscenza. Bellissimo il suo messaggio: "C'è da unire il Paese rimanendo fermi sulle proprie convinzioni". Un torinese ma anche romano d'adozione, una persona che da Roma ha parlato a tutta l'Italia. In questi giorni sto vedendo che i romani sentono tantissimo l'affetto per Piero Angela, è stato qualcosa di più di un giornalista e di un divulgatore, un grande intellettuale».

11.28 Lunghissimo appaluso dei presenti e tanta commozione

11.27 Un racconto quello di Alberto Angela di figlio e collega molto toccante

11.17 Il discorso del figlio Alberto Angela visibilmente commosso: «Grazie per essere venuti, voi che siete qui, qui è acasa, i media la stampa, da collega vi dico avete fato un lavoro molto corretto e professionale. Non è facile per me fare questo discorso, di solito vado a braccio, ma spero mi capirete. Le persone che amiamo non dovrebbero mai lasciarci, però accade. Vorrei partire dall'ultima cosa di papà, quell'ultimo discorso fatto con poche forze che mia sorella e io abbiamo raccolto e trascritto, un discorso non ufficiale che è come un discorso a fine serata agli amici.. C'è molto affetto e molto amore nei confronti di tutti. E' riuscito a unire e non dividere tutti. Il suo stile e il suo tatto lo conoscete tutti. La cosa bella che ci ha colpito è il ritorno sotto forma di messaggi, di articoli. Questi giorni per me è stata una tempesta, ma se ne esce. Erano messaggi non di sofferenza, ma di amore, di sentimento, il sentimento è qualcosa che rimane e si trasforma in valore e questo rimane, e credo sia il miglio vestito per papà. L'ultimo insegnamento me lo ha fatto non con le parole ma con l'esempio, in questi ultimi giorni mi ha insegnato a non aver paura della morte, non l'ho mai visto in mezzo allo sconforto, alla tristezza al dolore. Quando abbiamo fatto lo speciale dello sbarco sulla luna di 50 anni fa, aveva una quantità di esperienza, una vita riempita, ed è per quello che penso che lui se ne sia andato soddisfatto. Ha attraversato questo ultimo periodo con i piedi per terra, con grande razionalità, quando ha saputo il tempo che gi rimaneva ha fatto un calcolo a spanne e ha registrato le puntate di SuperQuark che andranno in onda nei prossimi giorni, ha registrato un disco e dopo aver scritto quel post è andato via. Non ho mai visto una cosa del genere. Ho avuto la sensazione di avere Leonardo Da Vinci in casa, aveva sempre la risposta giusta, lui amava questo aforisma " Siccome una giornata bene spesa dà lieto dormire, così una vita bene usata dà lieto morire". Riempire la vita è un insegnamento per tutti. Continuerà a vivere in tutti quei ragazzi che cercano l'eccellenza, nei ricercatori che cercano di andare a meta nonostante tutte le difficoltà, in tutte le persone che cercano di unire e non di disunire, nelle persone che cercano la curiosità e le bellezze della natura, quelle che cercano di assaporare la vita. L'eredità che ci lascia è importante, non è un'eredità fisica ma di atteggiamento della vita. Concludo come ha detto lui "fate la vostra parte", anche io cercherò di fare la mia. Grazie». Messaggio commovente.

11.15 Iniziato in questo momento lo speciale del Tg1. Alberto Angela commosso sta per prendere la parola

10.50 Si è già creata una lunga fila di persone "comuni" in piazza del Campidoglio  La coda per accedere alla camera ardente, allestita nella Sala della Protomoteca, parte dai piedi della scalinata che porta al Portico del Vignola e gira tutto intorno a Palazzo Senatorio. L'accesso al pubblico sarà consentito a partire dalle 11.30 e fino alle 19

10.48 Tra i primi volti noti a rendere omaggio al feretro: Antonio Di Bella, direttore del genere approfondimento in Rai e Simona Agnes, membro del CdA dell'azienda e l'Ad Carlo Fuortes

10.40 Prima dell'apertura al pubblico per l'ultimo saluto a Piero Angela nella Sala della Protomoteca del Campidoglio di Roma è in corso una cerimonia privata per familiari, amici e colleghi

Piero Angela, ‘se nessuno si ricorderà di me’: cosa svelò il conduttore di Superquark sulla morte

Funerali Campidoglio Piero Angela

Accolto dai familiari - la moglie, Margherita Pastore e i figli, Alberto e Christine, e i nipoti - e dal sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, il feretro di Piero Angela è appena arrivato in Campidoglio, dove dalle 11.30 alle 19 sarà aperta al pubblico la camera ardente allestita nella Sala della Protomoteca per la cerimonia laica e l'ultimo saluto al grande divulgatore scientifico, scomparso lo scorso 13 agosto a 93 anni. 

 

Piero Angela, l'ultimo addio ai suoi telespettatori


«Cari amici, mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Sono stati anni per me molto stimolanti che mi hanno portato a conoscere il mondo e la natura umana» - si legge nel post scritto da Piero Angela per la pagina Facebook di SuperQuark - «Soprattutto ho avuto la fortuna di conoscere gente che mi ha aiutato a realizzare quello che ogni uomo vorrebbe scoprire. Grazie alla scienza e a un metodo che permette di affrontare i problemi in modo razionale ma al tempo stesso umano».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Agosto 2022, 10:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA