Pesaro, sit-in dei no vax sotto casa del sindaco Ricci: minacce e insulti, ma lui era in tv

Pesaro, sit-in dei no vax sotto casa del sindaco Ricci: minacce e insulti, ma lui era in tv

Pesaro, sit-in dei no vax ieri sera sotto casa del sindaco, Matteo Ricci. Tra i protagonisti ci sarebbe anche uno dei fondatori del movimento 'Io Apro': il primo cittadino è stato bersagliato da minacce e insulti, ma in quel momento in casa c'era solo la sua famiglia.

 

Leggi anche > Marco, 22 anni, ha sfidato i No vax in piazza: «Mio padre è morto di Covid. Mi hanno detto: non capisci niente»

 

Matteo Ricci, sindaco del Pd di Pesaro, si trovava infatti ospite in studio di Zona Bianca, tramissione di Rete 4. «Da non credere - il commento del primo cittadino, che ha postato una foto dei manifestanti su Facebook -. E io non ci sono neanche a casa, con famiglia e figli increduli e spaventati. Siete degli squadristi, vergogna. La libertà non sapete nemmeno cosa sia. Vaccinarsi è un dovere civico e morale - ha ricordato Ricci -, come ha detto anche il presidente Mattarella».

 

 

Molti i commenti di solidarietà a Matteo Ricci. Un commento del Comitato Salute e Diritti spiega però che «a Pesaro stasera c'è stata una manifestazione, ma era alla Palla, non era una manifestazione no vax ed è finita alle 21:30. Ci dispiace per lei ma la manifestazione si è svolta pacificamente. Quindi c'erano due manifestazioni stasera? La nostra è stata molto partecipata e ci si è chiesti dove fossero le istituzioni».

 

Tra i messaggi di solidarietà al sindaco di Pesaro ci sono quelli del segretario del Pd, Enrico Letta, o della deputata Alessia Morani, che twitta: «Cinque giorni fa Matteo Salvini ha ricevuto Umberto Carriera, uno dei facinorosi che ieri era a "manifestare" sotto la casa del sindaco di Pesaro Matteo Ricci. Non sono più ammesse ambiguità di fronte a questa barbarie. Salvini condanni e isoli questi violenti». Dalla Lega, però, arrivano le prime condanne per quanto accaduto ieri sera. Claudio Borghi, ad esempio, ha dichiarato: «Minacce e appostamenti sotto le case di chiunque sono intollerabili. Le idee non vengono mai sostenute con la violenza».

 

 

Matteo Ricci è poi tornato a parlare, questa mattina, dell'accaduto. «Ieri mentre da Torino mi apprestavo a collegarmi su Rete 4 a Zona Bianca, ho ricevuto da casa la notizia che centinaia di persone si erano assembrate nella via in cui abito, urlando, citofonando e creando disagio, paura ai miei familiari. In questo video il racconto di cosa è accaduto.... che vergogna!», scrive il sindaco di Pesaro.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Luglio 2021, 11:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA