PES 2019, il campione italiano perde in finale: gestacci e insulti. «Brasiliani porci»

PES 2019, il campione italiano perde in finale: gestacci e insulti. «Brasiliani porci»

Lui si chiama Ettore Giannuzzi, ma nel mondo dei videogames è conosciuto come Ettorito97: semisconosciuto ai più, è invece celebre tra gli appassionati di PES, il videogioco di simulazione calcistica che - come FIFA - ha milioni di fan in tutto il mondo. "Ettorito" ha giocato pochi giorni fa proprio la finale mondiale di PES 2019: il giovane italiano è infatti uno dei maggiori talenti mondiali di videogiochi. Ma il suo comportamento è stato a dir poco sopra le righe.

Netflix luglio 2019, novità e sorprese: La casa di carta e Stranger things, ma non solo

Il 22enne barese ha giocato la finale a Londra all'Emirates Stadium dell'Arsenal contro il francese Rachid 'Usmakabyle' Tebane: alla fine dei 120 minuti della partita Giannuzzi è uscito sconfitto per 4-3, ma in una situazione ambientale non facile. Gran parte dei tifosi presenti sul posto infatti lo hanno fischiato e insultato per tutto il match, in particolare la tifoseria brasiliana, con cui già in passato Ettore aveva avuto alcuni screzi. Fischi e insulti a cui ha reagito con gestacci trasmessi ovviamente in diretta mondiale.

 

Dopo la sconfitta Ettorito e suo padre si sono lasciati andare sui social a commenti poco edificanti: «Porci brasiliani», ha scritto lui in un post, rafforzato poi da insulti razzisti pubblicati dal papà, che ha chiamato i tifosi brasiliani «scimmie», insulti che hanno rapidamente fatto il giro del web, finendo anche sulle pagine online del Globo, uno dei network televisivi più importanti del Brasile. I media sudamericani lo hanno additato come «razzista», ma lui ha tenuto a ribadire: «Non ho niente contro il popolo brasiliano ma solo contro coloro che mi hanno insultato per 120 minuti».
 

Lunedì 1 Luglio 2019, 19:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA