Non riesce a pagare il mutuo e perde la casa: «Ho già saldato l'80%, aiutatemi»

Non riesce a pagare il mutuo e perde la casa: «Ho già saldato l'80%, aiutatemi»

Rischia di perdere la casa all'asta dopo non essere riuscita a pagare il mutuo per alcune recenti difficoltà. E' la storia di Clara Terribile, 70 anni, un passato da scrittrice e stilista, la prima in Abruzzo ad aprire - 40 anni fa - una palestra di aerobica. Da lunedì, afferma, si incatenerà davanti al tribunale di Teramo, scrive il quotidiano Il Messaggero che racconta oggi la sua storia. «Sono disposta a tutto, anche allo sciopero della fame» dice.

 

Leggi anche > Lazio a rischio zona gialla a Capodanno. D'Amato: «Sarà effetto feste e cenoni»

 

Quella casa a Mosciano, in cui vive dal 1998, verrà posta all'asta il prossimo 16 dicembre per via di un mutuo ipotecario: ma il mutuo, spiega il suo avvocato Mauro D'Amico, lo ha già pagato per l'80% dell'intera somma. «Ho avuto problemi, mi sono separata da mio marito e non ho più potuto assolvere al pagamento dei 970 euro mensili», spiega la signora al Messaggero. Già due anni fa aveva perso la casa della mamma, del valore di 190mila euro, andata all'asta per 40mila. «Aiutatemi per favore», il suo appello tra le lacrime.

 

 

Come afferma l'avvocato D'Amico, che è anche presidente dell'Adeci (Associazione a difesa delle espropriazioni delle case e degli immobili), in questi casi «su 10 istanze che si avanzano 9 vengono bocciate dal giudice dell’esecuzione, solo perché applica una norma sbilanciata troppo verso la banca, essenzialmente volta a tutelare il credito». «Poi per Clara è assurdo: lei ha restituito l’80% del mutuo che ammonta complessivamente a 150 mila euro e per un residuo del 20% rischia di perdere la casa». «Per di più - aggiunge il legale - i servizi sociali del Comune non sono venuti in aiuto e di conseguenza ci troviamo davanti ad un caso estremamente grave, chiediamo quindi al giudice dell’esecuzione di avere quantomeno un po’ più di tatto, perché dietro ogni esecuzione c’è una ditta, una famiglia, non sono numeri».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Dicembre 2021, 11:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA