Getta pentola di acqua bollente sul cognato: «È stato maleducato, ha lavato i piatti». Arrestato

L'uomo di 46 anni ha aggredito il cognato con una pentola di acqua bollente e un coltello

Getta pentola di acqua bollente sul cognato: «È stato maleducato, ha lavato i piatti». Arrestato

di Redazione Web

Un uomo di 46 anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dopo aver aggredito con una pentola di acqua bollente e un coltello il cognato. Al culmine di una lite familiare, l'uomo, ha compiuto l'aggressione nei confronti della vittima, di 70 anni, perché a suo dire era stato maleducato lavando i piatti di casa. 

Leggi anche >

L'aggressione

 

Il drammatico episodio è avvenuto ieri in un appartamento della zona di Sampierdarena, popoloso quartiere di Genova. Le volanti hanno arrestato un italiano di 46 anni, mentre il pensionato ha riportato ustioni molto serie sul viso e sul resto del corpo, ma non sarebbe comunque in pericolo di vita. Ma non è tutto.

Le indagini

L'intervento della polizia nell'abitazione dell'arrestato ha infatti permesso di scoprire anche documenti fra cui alcune ricette mediche che il 46enne da tempo falsificava grazie ad apparecchiature idonee, facendo scattare le indagini  da parte della squadra mobile diretta dal dirigente Stefano Signoretti. La polizia ha, poi, chiarito l'aggressione sarebbe scaturita per il fatto che il pensionato andando a convivere nell'abitazione della compagna, la sorella dell'arrestato, avrebbe in qualche modo rotto il menage familiare. Da qui sarebbero nate una serie discussioni fra i due cognati. L'epilogo drammatico, poi, è arrivato nella serata di domenica 27 novembre quando il 70enne è stato accusato di avere lavato i piatti e per questo aggredito con l'acqua bolente contenuta in una pentola e un coltello, con cui fortunatamente non è stato colpito.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Novembre 2022, 17:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA