Patrick Zaki, la sentenza: altri 45 giorni di carcere e nessun cambio di giudici

Patrick Zaki, la sentenza: altri 45 giorni di carcere e nessun cambio di giudici

Patrick Zaki senza pace: al giovane studente egiziano dell'Università di Bologna, detenuto al Cairo dal febbraio 2020, sono stati inflitti altri 45 giorni di carcere. Inoltre, contrariamente alla richiesta dei legali, non ci sarà nessun cambio dei giudici.

 

Leggi anche > Denise Pipitone, il legale di Piera Maggio: «Abbiamo il risultato del test di Olesya» Giallo sulla messa in onda del programma

 

Lo ha stabilito la Corte d'assise del Cairo. La notizia è stata annunciata dalla legale di Patrick Zaki, Hoda Nasrallah, sottolineando che è stata inoltre respinta la richiesta, presentata ieri dalla difesa, di un cambio dei giudici che seguono il caso. L'udienza si era svolta ieri ma l'esito si è appreso solo oggi.

 

Zaki, Amnesty International: «Il Governo convochi l'ambasciatore egiziano»

«Quello che la difesa aveva dichiarato ieri, che c'era un accanimento giudiziario nei confronti di Patrick è confermato dalla decisione di oggi che è crudele, dolorosa. Vorremmo che il Governo italiano facesse subito una cosa, perché può farla subito: convocare l'ambasciatore egiziano a Roma per esprimere tutto lo sconcerto per questo accanimento e chiedere che sia rilasciato. Dobbiamo fare tutto il necessario per salvarlo». Così all'ANSA Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia, dopo il rinnovo di altri 45 giorni di detenzione per Patrick Zaki.


Ultimo aggiornamento: Martedì 6 Aprile 2021, 17:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA