Papa Francesco: «L’omosessualità non è un crimine, certe leggi sono ingiuste: alcuni vescovi sbagliano»

Il Papa: «L’omosessualità non è un crimine, certe leggi sono ingiuste: alcuni vescovi sbagliano»

di Redazione web

Papa Francesco ha criticato le leggi che criminalizzano l'omosessualità come «ingiuste», affermando che Dio ama tutti i suoi figli così come sono e ha invitato i vescovi cattolici ad accogliere le persone Lgbtq nella Chiesa. «Essere omosessuali non è un crimine», ha detto Francesco in un'intervista con l'Associated Press. Francesco ha definito «peccato» quello dei vescovi che sostengono leggi che criminalizzano l'omosessualità o discriminano la comunità gay. «Questi vescovi devono fare un processo di conversione», ha detto, aggiungendo che dovrebbero usare «la tenerezza, per favore, come Dio ha per ciascuno di noi».

«Le critiche, chiedo solo che me le dicano in faccia»

L'atteggiamento di critica al pontificato «non lo riferirei a Benedetto, ma a causa dell'usura di un governo di dieci anni». Lo ha detto il Papa in una intervista ad Ap. All'inizio, la sua elezione è stata accolta con un senso di «sorpresa» per un Papa sudamericano, poi è arrivato il disagio «quando hanno iniziato a vedere i miei difetti e non gli sono piaciuti», ha detto. «L'unica cosa che chiedo è che me le dicano in faccia, perché è così che cresciamo tutti, giusto?». Francesco ha elogiato Benedetto come un «gentiluomo» e ha detto della sua morte: «Ho perso un papà», «per me era una sicurezza», «ho perso un buon compagno».

Neonato soffocato, l'allarme dato da una neomamma: «Lo sta schiacciando». Ma quando l'infermiera arrivò era già morto

«Sono in buona salute per la mia età»

Papa Francesco, in una intervista all'Associated Press, afferma di non aver nemmemo preso in considerazione l'emanazione di norme per regolare le future dimissioni papali e prevede di continuare il più a lungo possibile come vescovo di Roma. «Sono in buona salute. Per la mia età, sono normale», ha detto il pontefice, pur rivelando che la diverticolosi era «ritornata». A Francesco sono stati rimossi 33 centimetri del suo intestino crasso nel 2021 a causa di quella che il Vaticano ha definito un'infiammazione che ha causato un restringimento del suo colon. Bergoglio, nell'intervista ha aggiunto che una leggera frattura ossea al ginocchio dovuta a una caduta era guarita senza intervento chirurgico dopo laser e magnetoterapia. «Potrei morire domani, ma è sotto controllo. Sono in buona salute », ha detto con la sua tipica ironia.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Gennaio 2023, 11:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA