Paolo Borsellino moriva 26 anni fa. Non solo Palermo: le commemorazioni del 19 luglio

Paolo Borsellino moriva 26 anni fa. Non solo Palermo: le commemorazioni del 19 luglio

Paolo Borsellino moriva 26 anni fa. Come ogni anno da quel 19 luglio 1992 sono numerose le manifestazioni e iniziative in tutta Italia per onorare la memoria del magistrato assassinato in via D'Amelio.

«Depistaggi e tradimenti: 26 anni senza verità», sarà il tema della 22esima edizione della Fiaccolata in memoria di Paolo Borsellino e degli agenti della scorta in programma a Palermo giovedì 19 luglio. «A poche settimane dal deposito delle motivazioni della sentenza del processo Borsellino quater - spiegano gli organizzatori -, c'è l'esigenza di scendere in piazza non solo per commemorare ma, soprattutto, per pretendere la verità su una vicenda che i giudici di Caltanissetta hanno definito 'uno dei più gravi depistaggi della storia italianà». L'iniziativa è promossa dalle sigle Forum XIX Luglio, cartello che raggruppa trasversalmente associazioni, movimenti e istituzioni, e Comunità '92, un coordinamento che unisce le varie anime della destra siciliana ideatrici della manifestazione, che da ormai 22 anni organizzano la Fiaccolata. Come ogni anno il concentramento è previsto per le 20.30 a piazza Vittorio Veneto. Il corteo attraverserà poi via Libertà e via Autonomia Siciliana per arrivare in via D'Amelio dove verrà deposto un tricolore e intonato l'inno nazionale. «Sarà un corteo silenzioso e senza comizi finali, nel rispetto della sobrietà che contraddistinse in vita Paolo Borsellino» dicono gli organizzatori. Oltre cinquanta tra Comuni e associazioni hanno aderito all'iniziativa.

Regione Lazio e II municipio di Roma il 18 luglio a piazza Mancini per Paolo Borsellino. Alle ore 21 la rappresentazione teatrale «Il coraggio della legalità: Paolo Borrsellino» regia di Antonio Turco e Cosimo Rega a cura della Compagnia Stabile Assai della Casa di Reclusione Rebibbia di Roma. Il 19 luglio, ricorda la Regione Lazio, rappresenta una data scolpita nella memoria di tutti gli italiani. La strage di via D'Amelio in cui persero la vita Paolo Borsellino, Caudio Traina, Agostino Catalano, Walter Cosina, Emanuela Loi e Vincenzo Li Muli, con tratti forti nella storia della Repubblica, fa parte del nostro stesso senso civico.

Il 19 luglio è una data da commemorare anche a Ercolano, dove l'Associazione Fai Antiracket ha organizzato una manifestazione - come negli anni precedenti -  per ricordare
«gli autentici Servitori dello Stato, con la deposizione di una corona presso il palazzo comunale intitolato a Paolo Borsellino», illustra il presidente Pasquale Del Prete. «Ci sarà una breve cerimonia celebrativa con la presenza delle autorità, delle forze dell'ordine, rappresentanti della magistratura. A seguire, presso la nostra sede, consegneremo degli attestati di ringraziamento al Dott. Filippelli della Procura di Torre Annunziata, già PM della DDA di Napoli, ed al gruppo operativo che coordina. Esempi di totale dedizione al Servizio della Giustizia, artefici della liberazione di Ercolano dalla morsa del racket delle estorsioni».

A Crotone, questa data come ogni anno verrà ricordata dal Coordinamento di Libera con  la commemorazione delle vittime della strage di via D’Amelio, che si svolgerà Giovedì 19 luglio alle ore 18.30 come sempre presso il Giardino “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino” in via Gaetano Morelli, perché ci sono date che non si possono e non si devono dimenticare.

A Messina organizzata una “Giornata in ricordo di Paolo Borsellino e delle vittime di mafia – Combattere la corruzione e la mafia con la cultura”. L’evento si svolgerà giovedì 19 luglio, alle ore 10, presso l’Accademia Peloritana dei Pericolanti. 

Lunedì 16 Luglio 2018, 12:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA