Palizzi, sindaco e due consiglieri arrestati per concussione e abuso d'ufficio: «Danno al Comune per 340 mila euro»

Arrestato il sindaco di Palizzi: «Concussione e abuso d'ufficio. Danno al Comune per 340mila euro»
Il sindaco di Palizzi (Reggio Calabria) arrestato nell'ambito di un'inchiesta per concussione e abuso d'ufficio insieme ad altre tre persone. È in corso dalle prime ore di stamattina un'operazione del Comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria per l'esecuzione dei provvedimenti di custodia cautelare, emessi nell'ambito di un'indagine sul Comune reggino. Gli arrestati sono ritenuti responsabili, a vario titolo e con la complicità di altri 21 soggetti, tra l'altro dei reati di concussione e corruzione.

Insieme al sindaco, Arturo Walter Scerbo (eletto con una lista civica), di 56 anni, anche due consiglieri comunali dei quali, al momento, non é stata resa nota l'identità. Al sindaco Scerbo e ai due consiglieri vengono contestati anche i reati di abuso d'ufficio, peculato, induzione indebita a dare o promettere utilità, falsità ideologica e tentata truffa ai danni dello Stato.

I tre amministratori pubblici, con la complicità di altri indagati, fra i quali consiglieri dimissionari e dipendenti dell'ente, avrebbero ripetutamente attinto alle casse del Comune emettendo mandati di pagamento per rimborsi di spese gonfiati a proprio favore, per liquidare a terzi prestazioni mai eseguite oppure per prestazioni diverse da quelle per cui i fondi erano stanziati. Le indagini hanno accertato che il danno procurato all'Amministrazione comunale è stato di circa 340 mila euro.

Ultimo aggiornamento: Giovedì 5 Luglio 2018, 08:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA