Marta, morta a Palermo a 10 anni durante l'ora di educazione fisica: forse non è stata la caduta a ucciderla

Marta Episcopo, la bambina di 10 anni morta a Palermo durante l'ora di educazione fisica: forse non l'ha uccisa la caduta

Marta è morta a 10 anni dopo aver battuto la testa durante l'ora di educazione fisica. La bambina di 10 anni è deceduta improvvisamente nell'Istituto Vittorio Emanuele Orlando in via Lussemburgo, a Palermo, ma ora è stata disposta l'autopsia per fare chiarezza sulle cause del decesso.

 

Leggi anche > Palermo, bambina di 10 anni muore a scuola: cade e batte la testa durante l'ora di educazione fisica. Azzolina: «Avviati accertamenti»

 

 

La bambina aveva battuto la testa durante l'ora di ginnastica della sua classe, purtroppo non si era più ripresa e si è pensato subito a un incidente. Il medico legale, analizzando però il cadavere ha escluso che le lesioni visibili potessero essere state mortali per Marta, così è stata disposta l'autopsia che chiarirà se la piccola di 10 anni è rimasta vittima di un malore o meno.

 

Alcuni testimoni hanno raccontato che Marta stava bene prima di sbattere la testa, così come anche la famiglia della piccola ha confermato che non aveva mai manifestato alcun problema di salute. Dopo l'incidente la bambina si è accasciata a terra, a nulla è servito l'intervento immediato dei professori e del 118, il suo cuore ha smesso definitivamente di battere. Oltre agli esami sul corpo anche i carabinieri stanno portando avanti le indagini per chiarire la dinamica dell'incidente.

 

 

 

Intanto alla famiglia sono arrivati diversi messaggi di cordoglio e supporto, non solo da chi conosceva la bambina, ma anche dal sindaco della città Orlando che ha scritto un messaggio su Facebook e dalla ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, ha voluto far arrivare le proprie condoglianze ai familiari.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre 2020, 11:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA