Lecce, malore durante la sfida di padel: Giggino muore a 54 anni

La tragedia ieri sera a Racale, comune del Sud Salento: morto un 54enne di Taviano, Genuino De Marco

Malore durante la sfida di padel: muore a 54 anni

di Redazione web

Si sente male in campo e torna a casa: muore dopo la partita a padel. La tragedia ieri sera a Racale, comune del Sud Salento: un 54enne di Taviano, Genuino De Marco – conosciuto da tutti come Giggino –, è morto improvvisamente dopo aver giocato una partita a padel nel centro sportivo di tennis di Racale. Una morte che ha destato sgomento, lasciando sotto shock due comunità.

MORTO AL PADEL: IL MALESSERE DURANTE LA PARTITA

L’uomo, presentatosi nel tardo pomeriggio di ieri nella struttura sportiva, ha cominciato a giocare la sua partita ma a quaranta minuti dalla fine dell’incontro ha dovuto abbandonare il terreno di gioco per uno strano malessere accusato durante la gara. Il malore accusato a casa.

 

MALORE DURANTE LA PARTITA DI PADEL: MORTO

Una volta rientrato a casa, De Marco, ha accusato nausea e malori diffusi. Intanto, il compagno di squadra e gli altri giocatori che stavano disputando la partita, non avendo ricevuto risposta alle telefonate, hanno rintracciato la moglie, chiedendo aggiornamenti sullo stato di salute del 54enne.

MALORE DAVANTI ALLA MOGLIE

A chiedere soccorso, allertando i sanitari del 118, è stata proprio la donna che intanto vedeva aggravarsi le condizioni del marito: immediato l’intervento dei soccorsi ma per De Marco non c’era più nulla da fare. I tentativi di intervento anche attraverso l’utilizzo del defribillatore si sono rivelati vani e ai soccorritori non è rimasto altro da fare se non accertare il decesso dell’uomo. Presto la notizia si è diffusa a Racale e Taviano lasciando sgomenti familiari e amici: De Marco era una persona solare, carismatica e molta conosciuta. I funerali si terranno domattina, alle 10, nella chiesa Beata Vergine Maria Addolorata di Mancaversa, marina di Taviano.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 14 Settembre 2022, 15:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA