Ex Ilva, operaio morto nello spogliatoio prima di iniziare il turno: aveva 38 anni

Ex Ilva, operaio morto nello spogliatoio prima di iniziare il turno: Francesco Tomai aveva 38 anni

Un operaio del reparto Trh-Afo dell'area a caldo dello stabilimento siderurgico ArcelorMittal di Taranto, Francesco Tomai, di 38 anni, è morto questa mattina dopo essere stato colto da un arresto cardiaco, all'interno dello spogliatoio della portineria A, prima di iniziare il suo turno di lavoro. Lo si apprende da fonti sindacali. Il lavoratore è stato soccorso sul posto, ma ogni tentativo di rianimarlo è stato inutile.

 

Il cordoglio

 

«In un momento così difficile per il futuro dell'ex Ilva, si aggiunge una notizia tragica: la morte di un giovane operaio, Francesco Tomai di 38 anni, colpito questa mattina da malore all'ingresso dello spogliatoio prima di iniziare il suo turno di lavoro nel sito di Taranto. In attesa di conoscere le cause del decesso, ci stringiamo alla famiglia del giovane lavoratore in questo momento drammatico, esprimendo cordoglio e vicinanza perché una vita che si spezza è sempre un grande dolore per tutti». Lo dichiara Rocco Palombella, segretario generale Uilm.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Febbraio 2021, 10:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA