"Palermo Ama", lo shooting di Casa Preti per dire basta alla violenza omofoba

"Palermo Ama", lo shooting di Casa Preti per dire basta alla violenza omofoba

Un evento organizzato da Casa Preti in risposta all’aumento delle aggressioni in molte città italiane, uno shooting contro la violenza, “Palermo, ama”: artisti e modelle in uno shooting fotografico tra via Maqueda e via dell'Università, nei luoghi dell'aggressione alla coppia gay il 29 maggio scorso.

 

 

Leggi > Dieta, qual è l'ora perfetta per cenare? Ecco quello che c'è da sapere

 

 

 

 

A Casa Preti "Palermo Ama",  uno shooting contro la violenza

 

 

La maison palermitana Casa Preti realizza “Palermo, ama” uno shooting contro la violenza per riappropriarsi degli spazi di Via dell'Università: “Vivere i luoghi e la moda – fanno sapere gli organizzatori -  con il nostro linguaggio, e con i nostri valori per dichiaraci contrari alla violenza di ogni tipo. Abbiamo coinvolto i nostri più cari amici per farci sostenere in questa iniziativa. Un ringraziamento in particolare a Veronica Lucchesi e a Dario Mangiaracina de La Rappresentante di Lista, Dana Giuliano, Luisa La Mantia, Luca Pantorno, Alessandro Pantorno, Valentina Bonura, Giorgia Coco, Antonia No, Simona Mazzara e Carlos Ferreira.

 

 

 

 

Crediamo che le vittime di tali eventi siano tanto le effettive vittime quanto i carnefici. Abbandonati dalle istituzioni, privati della possibilità di fuggire dall'ignoranza. La reintroduzione dell'educazione civica a scuola, associata a studi di genere, è un mezzo fondamentale per cercare di porre fine a questa disuguaglianza. Il DDL Zan, che intendiamo più come uno splendido primo passo verso qualcosa di più significativo, è più che mai necessario. Crediamo che uguaglianza, rispetto, libertà e amore siano il metro con cui misurare le nostre vite”.

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Giugno 2021, 16:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA