Marea Omicron, l'allarme dell'Oms: «Entro due mesi sarà colpito un europeo su due»
di Greta Posca

Marea Omicron, l'allarme dell'Oms: «Entro due mesi sarà colpito un europeo su due»

Un'ondata di marea Omicron colpisce l'Europa da Est a Ovest e rischia di travolgerne i sistemi sanitari. La variante più contagiosa del morbillo è ancora in piena espansione: lo segnala l'Organizzazione mondiale della Sanità, secondo cui entro due mesi oltre il 50% degli europei sarà contagiato da Omicron. Un ceppo talmente veloce nel propagarsi da richiedere, secondo l'organismo Onu, dei vaccini specifici: i booster attuali sono efficaci nell'arginare le malattie gravi e i decessi ma non la trasmissione del virus.
La corsa di Omicron in Europa ha un passo impressionante. «Oltre 7 milioni i nuovi casi nella prima settimana del 2022, il doppio di due settimane prima, ed in 26 Paesi oltre l'1% della popolazione contrae il Covid ogni 7 giorni» ha rilevato il direttore regionale dell'Oms Hans Kluge, segnalando che la variante scoperta in Sudafrica è ormai presente in 50 Stati su 53 e sta diventando dominante nell'area occidentale. «A questo ritmo più del 50% della popolazione sarà infettato da Omicron in sei-otto settimane», prevede l'alto funzionario. E i dati quotidiani lo confermano: ieri la Francia ha segnato un nuovo record, superando i 350mila contagi.
In Italia non va meglio. Secondo il bollettino di ieri - che potrebbe anche essere l'ultimo su base giornaliera - i nuovi contagi hanno raggiunto un nuovo record: nelle ultime 24 ore sono stati 220.532, un numero finora mai registrato in Italia in un giorno. Gli attualmente positivi crescono di 129.542 unità, arrivando al picco di 2.134.139. Di questi, 2.115.395 pazienti sono in isolamento domiciliare. Il tasso di positività resta stabile: 16%. I decessi sono 294, record della quarta ondata e numero più alto dal 4 maggio scorso, per un totale di 139.559 vittime nel saldo tra entrate e uscite, con 185 nuovi ingressi. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari 727 in più rispetto a lunedì.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 12 Gennaio 2022, 08:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA