Omicidio-suicidio choc: agricoltore uccide la vicina romena e si suicida. Grave anche la moglie

Omicidio-suicidio choc nel foggiano: agricoltore uccide la vicina romena e si suicida. Grave anche la moglie

Omicidio-suicidio nel foggiano, in località Posta Aucello, nelle campagne di Cerignola: un agricoltore di 69 anni, Francesco Ciuffreda, avrebbe ucciso a colpi di pistola una vicina di casa romena, la 53enne Luminita Brocan, per poi togliersi successivamente la vita con la stessa arma da fuoco. Ferita un'altra donna, Giuseppina Pantone di 65 anni, moglie dello stesso Ciuffreda: portata d'urgenza in elisoccorso all'ospedale di San Giovanni Rotondo, le sue condizioni sarebbero critiche.

Leggi anche > Apocalisse a Venezia: acqua alta record. Due morti, danni alla basilica di San Marco

La dinamica, così come il movente, sono ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri, coordinati nelle indagini dal pubblico ministero Paola De Martino della procura della Repubblica di Foggia. Ciuffrida, prima di togliersi la vita, avrebbe ferito la moglie, non si sa se intenzionalmente o per errore, con un colpo di pistola. Pare che la tragedia sia stata preceduta da un diverbio.

A quanto si apprende l'uomo è stato ritrovato riverso a terra con la pistola sotto il suo stesso corpo: Ciuffreda non ha lasciato messaggi o biglietti che facessero presagire quanto accaduto in mattinata. «Non risultano pregresse situazioni di contrasto, né all'interno della coppia né di vicinato. Nessuna querela, nessun intervento, nessuna lamentela», affermano gli inquirenti. 

Mercoledì 13 Novembre 2019, 16:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA