Omicidio «Gigi Bici», arrestata proprietaria della villa dove fu trovato corpo di Criscuolo

Omicidio «Gigi Bici», arrestata proprietaria della villa dove fu trovato corpo di Criscuolo

La donna è indagata dalla Procura di Pavia per una presunta tentata estorsione

Svolta nelle indagini sulla morte di Luigi Criscuolo, noto a Pavia come «Gigi Bici». E' stata arrestata dalla polizia Barbara Pasetti, 44 anni, la fisioterapista della frazione Calignano di Cura Carpignano (Pavia) proprietaria della villa davanti alla quale lo scorso 20 dicembre era stato ritrovato il cadavere di Criscuolo. La donna è indagata dalla Procura di Pavia per una presunta tentata estorsione nei suoi confronti. Da questa mattina gli agenti della squadra mobile, con l'ausilio della scientifica, hanno perquisito la villa della donna, che ora è stata posta sotto sequestro.

 

Leggi anche > Roma, stupro di Capodanno, le intercettazioni choc: «Se semo divertiti, se me denunci sei un infame». I genitori degli indagati: «Colpa della famiglia della ragazza»

 

Secondo gli investigatori, la Pasetti avrebbe contribuito ad occultare la salma di Criscuolo e avrebbe cercato di trarre profitto dal fatto che fosse nascosta vicino alla sua abitazione. Le indagini sono iniziate nel novembre scorso, dopo la segnalazione della scomparsa di 'Gigi bici' (chiamato così per avere gestito a lungo un negozio di rivendita e manutenzione di biciclette) e il ritrovamento della sua auto abbandonata in un campo a Calignano, frazione di Cura Carpignano, nel Pavese. A fine novembre ai parenti dell'uomo sono stati chiesti 390mila euro in cambio della sua liberazione. Sono seguiti poi altri tentativi di estorsione, tutti riconducibili alla Pasetti, a quanto emerge dalle indagini, che proseguiranno per individuare gli autori materiali dell'omicidio.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Gennaio 2022, 19:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA