Obbliga il figlio di 11 anni ad atti sessuali davanti ai componenti del clan, boss condannato

Obbliga il figlio di 11 anni ad atti sessuali davanti ai componenti del clan, boss condannato

Aveva costretto il figlio minorenne a un atto sessuale davanti agli altri componenti della cosca. Per questo motivo  un capomafia del clan di Santa Maria di Gesù è stato condannato a un anno e otto mesi di carcere per atti sessuali con minore.

 

Massimo Bossetti a 10 anni dalla scomparsa di Yara Gambirasio: «Non sono stato io, lei non ha avuto giustizia»

 

Leggi anche > Neonato abbandonato in aeroporto, decine di donne costrette a sottoporsi a visite ginecologiche: denunciati gli agenti

Un episodio che i pm Annamaria Picozzi e Ilaria De Soma hanno accertato durante un'inchiesta antimafia e per cui la Procura aveva chiesto la condanna del capomafia a 11 anni di reclusione. Il boss mostrava il ragazzino, costretto ad accompagnare il padre dalle prostituite, per esibirne con gli amici la virilità.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre 2020, 16:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA