Padre e figlio travolti e uccisi sull’A21, lo schianto e la fuga dell’auto pirata

Padre e figlio travolti e uccisi sull’A21, lo schianto e la fuga dell’auto pirata

di Simona Romanò

Una famiglia distrutta la sera fra giovedì e venerdì  29 aprile, nel tratto in provincia di Pavia dell’autostrada A21 Torino-Piacenza. Stava rientrando a Parigi dopo una vacanza in Italia. Ma la vettura, una Citroen Berlingo Van rimane ferma improvvisamente sulla corsia per un guasto, causando una carambola: viene tamponata dal Mercedes che arrivava subito dietro, che non ha potuto evitare l’incidente in nessun modo.

DINAMICA

La Citroen si ribalta: il figlio di 11 anni è scaraventato fuori dall’abitacolo, il padre di 45 anni si precipita a soccorrerlo ma viene travolto da una terza auto. Entrambi muoiono. Rimangono  feriti, ma non in percolo di vita,  anche la mamma e gli altri tre figli  15, 14, e 4 anni.

CACCIA AL PIRATA

Su quest’ultimo conducente – che è scappato - si sono concentrate le indagini degli inquirenti, che hanno aperto un fascicolo per omicidio stradale, che ha hanno portato al fermo. L’automobilista era stato individuato poche ore dopo l’incidente grazie ai testimoni. È stato rintracciato vicino ad Acqui Terme (Alessandria). L’uomo aveva i segni sulla macchina dell’incidente; e dopo l’impatto è uscito dall’autostrada imboccando strade secondarie per raggiungere il Piemonte. L’accusa è di omicidio stradale e omissione di soccorso.


Ultimo aggiornamento: Sabato 30 Aprile 2022, 18:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA