Noemi Letizia: «Su me e Berlusconi tante falsità, ho pensato al suicidio»

Le rivelazioni della ex 'Papi Girl' a Report, questa sera su RaiTre

Video

«Hanno detto tante falsità su di me. Mi davano della prostituta per strada, mi sono chiusa in casa, ho avuto l'anoressia e ho pensato di uccidermi». A parlare è Noemi Letizia, che a Report in onda questa sera su RaiTre ha raccontato il caso che la vide protagonista nell'aprile 2009, quando festeggiò i suoi 18 anni e al compleanno, a Casoria, si presentò anche l'allora presidente del consiglio Silvio Berlusconi.

Leggi anche > Berlusconi dimesso dal San Raffaele: era ricoverato da otto giorni

«Sono diventata anoressica, mi sono chiusa in casa. E un motivo c'è, no? Mi hanno violentata psicologicamente, chiamandomi prostituta a ogni angolo di strada, ma di cosa stiamo parlando? Io, tramite un percorso psicologico, sono riuscita a scegliere la strada più lunga, ma avrei potuto anche scegliere l'altra strada, come tanta gente fa, no? (...) Togliermi la vita, ci ho pensato tante volte» - spiega Noemi Letizia, che oggi ha 30 anni - «Non ho mai chiamato 'Papi' Berlusconi, io così chiamo solo mio padre. Mi era stato detto di dire questa determinata cosa e quindi io l'ho detta. Sono state dette tante cose, ci siamo attenuti a quanto ci hanno detto di dire e fare. La verità è tutt'altra roba».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 31 Gennaio 2022, 14:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA