Alluvione Marche, Noemi morta a 17 anni. Il toccante post di addio: «Non piangere sulla mia tomba»

Noemi morta a 17 anni, il post di addio

Alluvione Marche, Noemi morta a 17 anni. Il toccante post di addio: «Non piangere sulla mia tomba»

«Noemi, 4BU indirizzo Scienze Umane, vittima dell'alluvione... Non restare a piangere sulla mia tomba, non sono lì, non dormo. Sono mille venti che soffiano, sono la scintilla diamante sulla neve, sono la luce del sole sul grano maturo. Sono la pioggerellina d'autunno quando ti svegli nella quiete del mattino… Sono le stelle che brillano la notte. Non restare a piangere sulla mia tomba, non sono lì, non dormo». Sono le parole del post con cui la sua scuola ricorda Noemi Bartolucci, morta a 17 anni nell'alluvione nelle Marche.

Il Liceo Economico Sociale Perticari di Senigallia, la scuola frequentata da Noemi, morta a 17anni nell'alluvione che ha colpito il Senigalliese, la ricorda così sulla sua pagina facebook con i versi di Canto Navajo. Il dirigente scolastico, il direttore dei servizi generali ed amministrativi, lo staff, i docenti ed il personale ATA «si uniscono al dolore per la tragica e prematura dipartita della studentessa Noemi Bartolucci», si legge ancora nella nota sui social. 

Il fratello sopravvissuto

Il fratello di Noemi, Simone, ha raccontato al Corriere Adriatico: «Mamma e Noemi sono sparite sotto i miei occhi. Io ero aggrappato a un albero, sono rimasto lì due ore, forse di più. Loro sono state trascinate via dal fiume, mentre provavano a scappare con l’auto. Era il finimondo». Avevano finito da poco di cenare, giovedì sera. Il frastuono della piena li ha colti di sorpresa, preceduto dalla telefonata di un collega di Simone, che fa l’operaio nel molino di fronte alla sua abitazione. «Correte, sta arrivando una montagna d’acqua». Non hanno fatto nemmeno in tempo a rendersene conto. «Volevamo scappare in auto - racconta Simone, sotto choc -. Mia madre e mia sorella sono salite sulla loro, io non ho fatto in tempo. Mi sono arrampicato su un albero, mi sono voltato e non c’erano più. Sono scomparse davanti ai miei occhi»


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Settembre 2022, 20:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA