Covid, la polmonite non gli lascia scampo: morto 45enne, era no vax

Pescara, la polmonite non gli lascia scampo: morto 45enne no vax

L'uomo di Pescara era in buone condizioni di salute e non aveva patologie pregresse

Un 45enne non vaccinato è morto all'ospedale di Pescara, dove era ricoverato in terapia intensiva, per le conseguenze di una grave polmonite bilaterale dovuta al Covid-19. L'uomo, residente in un comune dell'area metropolitana pescarese, era risultato positivo una decina di giorni fa; a metà della scorsa settimana il ricovero in ospedale e ieri il decesso.

 

Leggi anche > Bimbo malato di Covid resta senza medicine: la mamma in quarantena chiede aiuto ai carabinieri

 

Alla Asl sottolineano che il 45enne era in «buone condizioni di salute e non aveva patologie pregresse», ma la gravissima polmonite non gli ha lasciato scampo, uccidendolo il pochi giorni. Si tratta di una vicenda che «avrebbe sicuramente avuto un epilogo diverso se il paziente fosse stato vaccinato», dicono ancora all'azienda sanitaria, rilanciando l'appello alla vaccinazione.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Gennaio 2022, 21:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA