Nigeriano sul Frecciarossa senza biglietto assale controllore e 2 agenti Polfer: «Voglio tornare a casa mia»

Nigeriano sul Frecciarossa senza biglietto assale controllore e 2 agenti Polfer: «Voglio tornare a casa mia»

VICENZA - Lunedì sera per quasi un’ora ha scatenato un putiferio: un nigeriano di 31 anni Isaiah Ogboe, irregolare e senza tetto. All’interno del Frecciarossa per Torino fermo in stazione alla richiesta attorno alle 20.45 da parte di un controllore di esibire il biglietto di viaggio, il nigeriano ha iniziato a insultarlo, lo ha spinto, e inveendo è sceso dal treno.

«Il bidello molesta mia figlia»: papà va a scuola e lo pesta a sangue davanti agli alunni

Avvertita la Polfer il 31enne è stato fermato da due agenti, prima offesi con urla che hanno attirato l’attenzione degli utenti della stazione e poi spinti violentemente a terra, tanto da riportare lievi lesioni. In loro aiuto è intervenuta una pattuglia del 113. Ammanettato all’interno della stazione il nigeriano, identificato al comando con i rilievi fotosegnaletici in Isaiah Ogboe, con precedenti penali, è stato arrestato per violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e per rifiuto di fornire le proprie generalità. Trascorsa la notte in cella di sicurezza ieri in tribunale il nigeriano ha patteggiato un anno di carcere con sospensione della pena.

L’uomo al processo ha chiesto di tornare in Nigeria: il giudice concesso il nullaosta per il rientro in Patria.   
Mercoledì 15 Maggio 2019, 09:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA