Niccolò Bettarini accusato di diffamazione, il legale: «Sfregio alla privacy»

«Sfregio alla privacy e alle norme deontologiche»: con queste parole l'avvocato di Niccolò Bettarini, figlio dell'ex calciatore Stefano e della conduttrice Simona Ventura, ha stigmatizzato la diffusione delle accuse di diffamazione verso Niccolò. L'avvocato Daniela Missaglia, si scaglia contro  «La divulgazione di fatti e circostanze che dovrebbero rimanere confinate nel rapporto professionale fra avvocato e cliente, in spregio alla privacy e alle norme deontologiche».

Leggi anche > Niccolò Bettarini indagato per diffamazione: insultò l'avvocato su Instagram

Il comunicato del legale del giovane Bettarini è arrivato con riferimento alle notizie sul processo che lo vede imputato per diffamazione nei confronti del suo ormai ex legale, l'avvocato Alessandra Calabrò, che lo rappresentò come parte civile nel processo di primo grado a carico dei quattro giovani che, il primo luglio 2018, lo colpirono con coltellate, calci e pugni fuori dalla discoteca milanese 'Old Fashion'.

Leggi anche > Niccolò Bettarini, patente in arrivo: su Instagram, «Miracolo»

 
 

La nota è stata diffusa «in nome e nell'interesse del Signor Niccolò Bettarini, con riferimento alle notizie pubblicate sui maggiori quotidiani che riportano, con dovizia di particolari, come il mio assistito sarebbe stato denunciato dal suo ex legale, Avv. Alessandra Calabrò, la quale avanzerebbe altresì pretese di natura economica dallo stesso». Niccolò Bettarini, chiarisce l'avvocato, «sottraendosi a queste dinamiche si riserva di coltivare le proprie difese e le proprie ragioni nelle opportune sedi, invitando chi abbia divulgato informazioni dal contenuto riservato ad usare maggiore prudenza ed astenersi, in futuro, dal promuovere una vicenda che solo l'Autorità Giudiziaria potrà dirimere». 
Lunedì 14 Ottobre 2019, 13:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA