Maltempo, neve e scuole chiuse: ecco dove. Fiume Misa sorvegliato speciale a Senigallia, i sindaci: «Evitare gli spostamenti»

La sciabolata artica porta neve a bassa quota e temperature rigide per tutta la settimana

Video

Neve da Nord a Sud e scuole chiuse. La sciabolata artica per ora non lascerà l'Italia, che dovrà ancora fare i conti con pioggia, temperature piu fredde e anche tanta neve. I grandi movimenti a scala emisferica stanno favorendo l’arrivo di correnti di aria fredda in discesa dal Nord Europa, quasi senza soluzione di continuità e ciò determinera ancora possibili sorprese nevose su molte delle nostre regioni.

Bufera di neve tra Lazio e Abruzzo, auto bloccate dalla tormenta. Lo sfogo del sindaco: «Vi sembra normale?»

 

Senigallia, Misa in crescita: «Evitare spostamenti»

 

A Senigallia, considerato il «livello del fiume Misa ancora in crescita è necessario limitare gli spostamenti alle effettive necessità e rimanere in casa fino alla comunicazione del termine della fase di emergenza». È l'avviso del Comune ai cittadini tramite la propria pagina Fb: l'invito è evitare spostamenti per almeno le prossime tre ore, prestare molta attenzione, restare in casa e portarsi ai piani alti. Alcuni sottopassi (via Dogana Vecchia e via Perilli) si sono allagati in città, in corrispondenza con il passaggio della piena, e sono state chiuse altre strade nella zona a scopo precauzionale come la Provinciale Arceviese nel tratto ricompreso nel Comune di Senigallia. Intanto il casello autostradale A14 sia in entrata che in uscita è chiuso. In alcuni negozi del centro, vicino al fiume, ci si prepara montando paratie di protezione per impedire l'eventuale allagamento. Disposta la chiusura anche della Ss da Via Zanella alla rotatoria del Ciarnin, con traffico da sud e da nord in zona deviati sulla complanare. Chiuso il Ponte Portone e chiuso Viale Leopardi. Per raggiungere l'ospedale, consigliato il percorso alternativo della complanare e per recarsi nelle località interne, la strada Provinciale Corinaldese. Costante il monitoraggio di protezione civile e forze dell'ordine sul livello del fiume Misa e, più all'interno, del Nevola.

Due metri di neve, famiglie isolate nel riminese

 

I Comuni della Valmarecchia, in provincia di Rimini hanno registrato da questa notte una forte nevicata che in alcuni punti è arrivata fino ai due metri. In nove Comuni su 10 questa mattina le scuole sono rimaste chiuse. Unica eccezione le scuole materne ed elementari di Verucchio dove la situazione è sotto controllo. Disagi invece un pò ovunque a Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, Poggio Torriana, San Leo e Sant'Agata Feltria. Tantissime le chiamate ai vigili del fuoco per famiglie rimaste isolate per l'impossibilità di uscire di casa, ma al momento non si segnalano casi gravi o feriti. Al lavoro oltre ai vigili del fuoco da Novafeltria e Rimini anche la Protezione Civile e i Carabinieri. In queste ore la situazione in particolare a Novafeltria sta migliorando, cade neve mista a pioggia e mezzi spargisale oltre ai mezzi di soccorso hanno liberato le principali strade dagli alberi caduti. In zona costiera dove sta ancora piovendo sono monitorati a Riccione la zona del Rio Melo e del Porto Canale, ma al momento non si segnalano particolari disagi.

Scuole chiuse a L'Aquila

 

Sospese le attivita didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e dei servizi educativi per l’infanzia del territorio comunale dell’Aquila a causa della nevicata che sta interessando la citta e del peggioramento previsto per le prossime ore. Lo comunica il sindaco Pierluigi Biondi sui social spiegando che al momento sono in azione 12 mezzi del Comune con l’ausilio di 13 ditte private per ripristinare la viabilita. L’invito dell’amministrazione comunale e a mettersi in macchina solo se strettamente necessario.

Scuole chiuse in Umbria

 

Scuole chiuse in diversi comuni dell'Umbria in seguito alla nevicata che ha interessato gran parte della regione. Secondo quanto si è appreso finora le lezioni non si tengono a Norcia e Cascia ma anche a Gualdo Tadino, Nocera Umbra, Spoleto, Scheggino, Sant'Anatolia, Vallo di Nera e Ferentillo. Diversi istituti in vari centri stanno comunque agevolando l'uscita anticipata degli studenti. A Perugia si stanno intanto chiudendo alcune delle strade più ripide o dove maggiore è l'accumulo di neve.

Scuole chiuse in Casentino e Valtiberina

 

Da questa mattina è ripreso a nevicare su colline e sui rilievi del Casentino e della Valtiberina in provincia di Arezzo. I sindaci dei comuni di Sestino, Badia Tedalda e Chiusi della Verna hanno deciso per la chiusura delle scuole.

Scuole chiuse a Rieti

 

A causa della nevicata che ha interessato Rieti nella notte le scuole di ogni ordine e grado rimarranno chiuse oggi. A breve il sindaco, Daniele Sinibaldi, firmerà l'apposita ordinanza. Nel frattempo, già dalle prime ore del mattino, operatori del Magazzino comunale e di Asm sono in campo per migliorare la situazione della viabilità.

Meteo, sciabolata artica in arrivo sull'Italia: neve a bassa quota e freddo intenso per tutta la settimana

Scuole chiuse all'Aquila e Potenza

 

Le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse anche oggi a Potenza, dove la neve è caduta da ieri sera, mentre l'attività degli asili nido e dell'Università sarà regolare. Lo ha stabilito il sindaco, Mario Guarente, con un'ordinanza emessa durante la notte. Sabato scorso anche asili nido e Università erano rimasti chiusi, sempre a causa della neve. Oggi, invece, funzioneranno regolarmente. L'ordinanza di Guarente è stata presa, «constatata l'instabilità degli eventi atmosferici», dopo contatti con la Protezione civile e il rettore dell'Università.

Anche nella giornata di oggi, analogamente a quanto disposto per sabato 21 con ordinanza, le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e dei servizi educativi per l'infanzia del territorio comunale dell' Aquila restano sospese, a causa della nevicata che sta interessando la città e del peggioramento previsto nell'arco delle ore del mattino. Lo rende noto il sindaco Pierluigi Biondi con una comunicazione diramata all'alba anche attraverso i canali social. Al momento sono in azione 12 mezzi del Comune con l'ausilio di 13 ditte private per ripristinare la viabilità. L'invito del primo cittadino è a mettersi in macchina «solo se strettamente necessario».

Neve in Trentino: allerta nelle valli

 

Dal punto di vista della viabilita da segnalare la presenza di neve fresca sui passi delle valli di Fiemme, Fassa e del Primiero; e stata preallertata inoltre la maggior parte dei punti di controllo sulle principali vie di comunicazione. È stato attivato invece il posto di presidio a Moena in localita Ronch, sulla statale 346 del Passo di San Pellegrino. Sulla strada statale 350 di Folgaria e Val D’Astico e stato istituito un divieto di transito, dal km 21,560 in localita Nosellari di Folgaria, al km 27,507 in localita Lastebasse (confine provinciale), per gli automezzi pesanti complessi (autotreni e autoarticolati), a partire dalle ore 09.00 di oggi, lunedi 23 gennaio, fino alle ore 16.00 di domani, martedi 24, e comunque fino al termine delle operazioni di pulizia e trattamento invernale della carreggiata.

Neve a Bologna, spazzaneve in azione sui colli

 

Nevica a Bologna e scatta il piano del Comune con alcuni spazzaneve dalle 6 del mattino attivati sui colli, dove le strade ieri sera sono state salate. Anche in città, dall'una fino alle 7, è stata fatta una salatura della viabilità principale e la salatura manuale dei marciapiedi nelle zone prioritarie previste dal Piano (scuole, fermate del Servizio ferroviario metropolitano, ponti). Viste le previsioni meteo di pioggia, nel corso della giornata non è al momento prevista l'uscita di lame in pianura dove in tutti i casi entrerebbero in azione solo con almeno cinque centimetri di neve sulle strade, per evitare di rovinare l'asfalto. Il Comune si riserva comunque di valutare eventuali ulteriori provvedimenti sulla base degli aggiornamenti meteorologici.

Fabriano, tir di traverso per la neve: disagi SS 76

 

Cinque mezzi pesanti si sono intraversati sulla carreggiata a causa della nevicata all'altezza del Valico di Fossato di Vico (Perugia), al confine fra Marche e Umbria, nel tratto di Strada Statale 76 di competenza di Fabriano (Ancona). Traffico completamente bloccato, intorno alle 9 di stamattina, ma solo in direzione Umbria, per circa 10-15 minuti. Nessun disagio per il maltempo nella direzione opposta di marcia, in direzione del capoluogo dorico. Grazie al lavoro dei tecnici dell'Anas, coadiuvati dagli agenti della Polizia stradale distaccamento di Fabriano, il manto stradale è stato prontamente ripulito e quattro dei cinque tir rimasti di traverso sono riusciti a ripartire. In questo modo è stato possibile riaprire al transito la corsia di sorpasso della Ss 76 direzione capoluogo umbro. Nonostante la celerità dell'intervento, inevitabilmente, si sono create code e rallentamenti. Chiusa per altre decine di minuti, la corsia di marcia per la presenza dell'ultimo mezzo pesante che ha ancora avuto difficoltà a ripartire. Le condizioni meteo, al momento, sono in miglioramento e si conta di ripristinare una normale viabilità entro le 10:30. Si sta continuando a sgombrare dalla neve il manto stradale nel tratto interessato. Polizia Stradale e Anas confermano che non si è verificato alcun disagio alla viabilità nel tratto Ss 76 in direzione opposta, vale a dire da Perugia ad Ancona.


Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Gennaio 2023, 15:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA