«Negro di m..., vai via da qui», senegalese accerchiato e picchiato da un branco di adolescenti

«Negro di m..., vai via da qui», senegalese accerchiato e picchiato da un branco di adolescenti

«Negro di m…, vai via da qui», poi un pugno in faccia, dopo essere stato accerchiato da un gruppo di ragazzini adolescenti. È la storia da incubo avvenuta a Palermo, raccontata sul suo profilo Facebook da Kande Boubacar, un ventenne senegalese, che ha denunciato la presunta aggressione a sfondo razzista nelle vie della movida.

Leggi anche > Polmonite batterica, mamma di tre figli stroncata in dieci giorni

Il giovane ha raccontato tutto in un post in cui mostra il suo volto tumefatto, con una ferita vistosa sul sopracciglio. E ringrazia i passanti che lo hanno difeso e aiutato dopo quanto è accaduto: due giovani sarebbero infatti intervenuti a difenderlo dopo essersi accorto del capannello di persone intorno a lui.

Leggi anche > Insulti choc dall'autista bus: «Migranti di m..., Salvini vi spazzerà via»



Nella ricostruzione fatta sui social, non si sa quanto credibile, si parla addirittura di una gang formata da una trentina di ragazzini, messi in fuga dall’intervento di sole due persone. Ciò che è certo comunque è che il ventenne quelle botte le ha prese, come si vede nella foto: «Palermo è una bellissima città, accogliente e antirazzista - scrive nel suo post - Ci sono solo pochi stronzi ai quali consiglio di girare un po’ il mondo».
 

Il giovane scrive di essere lui «il ragazzo che stato aggredito ieri sera, vi ringrazio ancora, urlo con voce alta che Palermo è una bellissima città accogliente e antirazzista, a Palermo ci sono tante belle persone - dice - io mi trovo veramente benissimo a Palermo, ci sono pochi quelli stronzi» a cui «consiglio di girare un po' il mondo e vedere come funziona le cose, sono veramente animali, troppo chiusi, essere nero o bianco che senso ha?». «Non ho più parole, comunque a Palermo ci sono sempre tante belle persone, non siete tutti razzisti, i razzisti ci sono, ma sono pochissimi. Palermo è la mia città preferita e ci rimarrò per sempre».
Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Febbraio 2020, 13:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA