'Ndrangheta, 49 arresti in tutta Italia: ai domiciliari il sindaco di Rosarno

'Ndrangheta, 49 arresti in tutta Italia: ai domiciliari il sindaco di Rosarno

'Ndrangheta, operazione dei carabinieri: arresti. Questa mattina a Rosarno, Polistena e Anoia e nelle province di Messina, Vibo Valentia, Salerno, Matera, Brindisi, Taranto, Alessandria e Pavia, i carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, a conclusione di indagini coordinate dalla Dda nell'ambito dell'operazione denominata «Faust», hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip, nei confronti di 49 persone.

 

 

Tra gli arrestati c'è anche il sindaco di Rosarno, Giuseppe Idà, finito ai domiciliari. L'operazione ha coinvolto la cosca Pisano della 'ndrangheta che, stando alle indagini, avrebbe sostenuto il primo cittadino, eletto nel 2016. In manette anche il consigliere comunale di Rosarno Domenico Scriva. Anche nei suoi confronti la Dda di Reggio Calabria contesta il reato di scambio elettorale politico-mafioso. Come per il sindaco Idà, anche per Scriva il gip ha disposto gli arresti domiciliari.  

 

Le accuse a carico degli arrestati sono, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, traffico di stupefacenti, detenzione illegale di armi, tentato omicidio, usura e procurata inosservanza di pena.

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Gennaio 2021, 09:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA