Napoli, il consigliere regionale Borrelli investito sotto casa: «Ho pagato per le mie denunce»

Il politico è stato ricoverato con prognosi di 21 giorni e ha raccontato la sua disavventura

Napoli, il consigliere regionale Borrelli investito sotto casa: «Ho pagato per le mie denunce»

di Redazione web

Francesco Emilio Borrelli vittima di un'aggressione sotto casa. A raccontare il fatto è stato lo stesso consigliere regionale di Europa Verde, noto in Campania e in particolare a Napoli per le sue tante denunce, pubblicate sul suo profilo social. «Ho sempre saputo che certe mie battaglie e denunce le avrei potute pagare caro», ha detto.

Napoli, bus sommerso e l'acqua arriva alle caviglie. Passeggeri increduli: «Come il Titanic» FOTO

Pompei, bambino picchiato dal branco: «Tra gli aggressori il figlio di un boss della camorra». Il video choc

Cosa è successo

Secondo il racconto del consigliere, l'aggressione sarebbe avvenuta venerdì alle 22:25 nei pressi della sua abitazione. «Borrelli si trovava davanti al suo garage, intento a posare lo scooter, quando una persona in moto con casco integrale lo ha investito di proposito. Il forte impatto ha fatto cadere il consigliere, che è rimasto incastrato tra il suo scooter e un’impalcatura. A quel punto l’investitore si è affiancato a Borrelli ma fortunatamente è sopraggiunto un tassista che si è fermato a prestare soccorso, pensando ad un incidente stradale, e proprio mentre il tassista aiutava Borrelli a rialzarsi, l’uomo in sella alla moto si è dileguato a tutta velocità», si legge nel racconto pubblicato su Facebook. Borrelli è stato ricoverato con prognosi di 21 giorno.

 

Cosa ha detto

«Ho sempre saputo che certe mie battaglie e denunce le avrei potute pagare caro, questa volta mi sono costate 21 giorni di prognosi e poteva andare anche peggio se non fosse prontamente intervenuto un tassista, che ringrazio di cuore - le parole di Borrelli -. Certo, mi preoccupa la modalità con la quale queste intimidazioni vengono perpetrate, ma senza dubbio non arretrerò mai di un millimetro e anzi mi auguro che le mie azioni possano essere un punto di partenza e fare da sprone a tutti i cittadini, perché soltanto denunciando le malefatte che avvengono in questa città potremmo vivere una vita migliore. Negli anni hanno provato più volte a fermarmi con la violenza, non ci riusciranno mai».


Ultimo aggiornamento: Sabato 12 Novembre 2022, 18:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA