Allarme coltelli: metal detector per scoprire i giovani all'arma bianca
di Mario Fabbroni

Napoli, allarme coltelli: metal detector per scoprire i giovani all'arma bianca

Non era mai accaduto, ma i risultati sembrano incoraggianti. A Napoli le forze dell'ordine sono scese in campo con i metal detector per bonificare il quartiere del Vomero dall'arrivo - nel fine settimana - di orde di giovanissimi provenienti dalle periferie ma soprattuto armati di coltelli.

Leggi anche > Accoltellato un ragazzo di diciassette anni: è grave

Questura e comando provinciale dei Carabinieri hanno deciso di cinturare in maniera massiccia la zona collinare della città dividendosi le strade di intervento. E i Carabinieri, in particolare, della compagnia Vomero e del reggimento Campania, si sono posizionati ai tornelli della stazione Vanvitelli per controllare con il metal detector i ragazzini che stavano per oltrepassarli impedendo vere e proprie invasioni di giovani senza biglietto. Tre teenagers sono stati denunciati per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Su uno di loro, di appena 13 anni, utilizzando proprio il metal detector, è stato possibile scoprire, negli slip, un coltello a serramanico con lama di 8 centimetri; un 20enne di Anacapri aveva un coltello a serramanico con lama di 4 centimetri mentre un 16enne ne aveva uno con lama di 9.

Ma sono molte decine le lame fuori ordinanza sequestrate non solo con i metal detector. Quello della movida violenta infatti è uno dei principali problemi che scuote la tranquillità delle città e di migliaia di genitori, in apprensione ad ogni fine settimana per il timore di incontri ravvicinati che rischiano di finire all'ultimo sangue. Anche perché si è abbassata notevolmente l'età dei ragazzi armati: un rapporto della polizia dice infatti che 4 ragazzi su 10 confessano di portare in tasca una lama affilata. Ovviamente, tutti dichiarano che il coltello serve in casi estremi e per difendersi da eventuali aggressori. Ma uno sguardo di troppo, una ragazza contesa, uno smartphone da rubare costituiscono pretesti di offesa.

E c'è pure chi aggredisce per puro divertimento: è accaduto a Foggia, dove una baby gang armata con i soliti coltelli ha deciso di schieffeggiare i passanti in centro e di reprimere sul nascere ogni reazione mostrando le lame affilate. Siamo all'emergenza, servono metal detector ovunque.
 
Lunedì 14 Ottobre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA