Domenica di sangue a Napoli: ammazzato il boss Mariniello

Domenica di sangue a Napoli: ammazzato il boss Mariniello

Agguato mortale ad Acerra, nel Napoletano, dove il boss Vincenzo Mariniello è stato ucciso nei pressi della sua abitazione in via Nenni, mentre era a bordo della sua Mercedes. Secondo quanto trapela, Mariniello, 46 anni, ritenuto il boss dell'omonimo gruppo criminale, con precedenti di vario tipo, tra cui l'associazione camorristica, era da solo a bordo della vettura nel cortile di casa, quando è stato raggiunto dai killer che gli hanno esploso contro diversi colpi d'arma da fuoco. Sul posto le forze dell'ordine che stanno cercando di ricostruire la dinamica dell'omicidio.

Mariniello è il figlio del boss Gennaro Mariniello, ammazzato nel marzo 2000 mentre era affacciato al balcone di casa, un omicidio ordinato dai rivali del clan De Falco e che il fratello della vittima, Antonio Mariniello, vendicò sei anni dopo uccidendo Ciro De Falco: «Gesù Cristo ti consegna l'assassino di tuo fratello e tu che fai? Non spari?», disse in una celebre telefonata intercettata dalle forze dell'ordine. 
Ultimo aggiornamento: 14:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA