«Nadia Toffa era un simbolo del nostro Paese, mi mancherà la sua forza»

«Nadia Toffa era un simbolo del nostro Paese, mi mancherà la sua forza»

La morte di Nadia Toffa è stata un duro colpo per tutti i suoi fan e per i suoi colleghi de Le Iene, compreso Antonino Monteleone, che a poche ore dal funerale dell'inviata della trasmissione di Italia 1, morta a 40 anni per un tumore, ha parlato all'agenzia Adnkronos. «Nadia è stata un simbolo del paese, è stato un personaggio straordinario. Mi mancherà la sua forza, ci lascia un'eredità pesante perché quando a qualcuno di noi verrà voglia di lamentarsi per qualcosa che non va, pagheremo il prezzo di aver visto la sua luce!», ha detto Monteleone.

Nadia Toffa, il post commovente di Filippo Roma: «È grazie a te che oggi...»
Don Maurizio Patriciello ai funerali: «Sei stata autentica e coraggiosa, e la gente l'ha capito»

«Il lavoro è stato il motore negli ultimi mesi del suo viaggio - sottolinea la Iena - Io sono gli ultimi degli arrivati e lei mi ha sostenuto subito, era la persona che 'apriva' la redazione, ti legittimava, ti stava vicino, ti dava dei consigli». «Il colpo è stato molto duro. L'aver ricevuto le condoglianze da decine e decine di persone come se fosse una parente è una cosa che ti dà molto dolore ma allo stesso tempo molta forza - ha aggiunto - Non avremo mai più il coraggio di dire: 'Questo è difficile, non c'ho la forza, sono stanco'». 

Monteleone non nasconde quanto sarà difficile ricominciare Le Iene senza di lei, che per un periodo aveva anche presentato la trasmissione dopo aver fatto per diversi anni l'inviata, ma sottolinea che bisogna andare avanti «anche per onorare la sua memoria - spiega - Di certo il suo passaggio alle Iene alza l'asticella della resistenza, della passione dell'abnegazione nei confronti del lavoro a un livello che sarà insuperabile e quindi è una spinta in più per tutti noi». 
Venerdì 16 Agosto 2019, 18:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA