Nadia Toffa, l'imprenditrice che la criticò, non torna indietro: «Il tumore non è figo, anche con te ha vinto lui»

Nadia Toffa, l'imprenditrice che la criticò, non torna indietro: «Il tumore non è figo, anche con te ha vinto lui»

Quando Nadia Toffa - cosa ormai notissima - definì il tumore un dono, si scatenò il putiferio. In molti, sui social network e non solo, non accettarono il punto di vista della conduttrice delle Iene. In molti, magari dopo aver perso un familiare proprio a causa di un cancro, criticarono aspramente la definizione di Nadia Toffa. E' questo il caso di Catia Brozzi, imprenditrice umbra, che - avendo perso da pochissimi giorni la mamma, leggendo quanto scritto dalla Toffa vergò un post su Facebook che divenne virale. Oggi, Catia Brozzi, parlando con Adnkronos, manda - diciamo così - un messaggio a Nadia Toffa, senza fare un passo indietro. 

Nadia Toffa, la dedica di Jovanotti all'amica: «Bella». E a Policoro scatta l'applauso

«Ciao Nadia, sono Catia, questa volta scrivo io. Non avrei mai voluto dedicarti queste righe...non così. Anche con te ha vinto lui! Tu Guerriera vera che con i tuoi sogni le tue speranze hai cercato di convincere il popolo italiano che ti segue che si può vivere con il cancro, che lui è figo! No Nadia non è figo e perdonami per la rabbia di quasi due anni fa ma avevo appena lasciato andare mamma e di figo non c'era nulla».

Inizia così il messaggio che Catia Brozzi, l'imprenditrice di Perugia, presidente dell'Associazione Trasportatori cavalli italiani, diventata nota alle cronache per un post diventato virale su Facebook dove criticava la conduttrice delle Ienè e che la Brozzi ha voluto condividere solo con l'Adnkronos e non sui social network.

Il post che divenne virale era firmato dall'imprenditrice che a sua volta citava un messaggio di un'altra utente e fu condiviso da oltre 100mila utenti: «Era appena morta mia madre e leggere che il cancro è figo mi fece arrabbiare molto. Il cancro non è figo, il cancro è merda! », sottolinea. 

«Anche con te ha vinto lui -prosegue la Bozzi leggendo il suo messaggio- tu guerriera vera che con i tuoi sogni le tue speranze hai cercato di convincere il popolo italiano che ti segue che si può vivere con il cancro che lui è figo!. No, non è così».

«Non è giusto quello che ti è accaduto, non è giusto che una donna giovane come te deve andarsene per il cancro. La mia rabbia oggi è maggiore perché avrei voluto dire: La Toffa aveva ragione...Null'altro da aggiungere...Perdonami se anche solo per un attimo mi hai trovato fastidiosa...», conclude la Brozzi nel suo messaggio. Poi Catia continua: «L'ho ammirata, era un grande! vedevo tutti i suoi servizi ma non sono una ipocrita. Mi dispiace ma per me il cancro è una sconfitta dell'umanità».
Mercoledì 14 Agosto 2019, 19:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA