Mantova ripudia Mussolini, cittadinanza onoraria revocata dopo 94 anni

Mantova ripudia Mussolini, cittadinanza onoraria revocata dopo 94 anni

La cittadinanza onoraria, conferita a Benito Mussolini dalla citta di Mantova il 21 maggio del 1924, è stata ufficialemente revocata dalla città stessa il 12 febbraio 2018.

La mozione è stata presentata in Consiglio Comunale da Pd, Sinistra Italiana e Lista Civica Palazzi ed è stata approvata a maggioranza: come si legge testualmente, la cittadinanza onoraria non può venire concessa ad un "dittatore e liberticida". Contrari alla revoca Forza Italia, Lega, Lista Civica Bulbarelli, CasaPound, Cinque Stelle e Lista Civica Comunità e Territori, secondo i quali "la storia non può essere cancellata".

"Non vogliamo cancellare la storia, ma discutere su quali valori il consiglio e la città intendano celebrare" dichiara il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi. Il dibattito riguardante la decisione di revoca della cittadinanza onoraria a Benito Mussolini si è diffuso sempre di più negli ultimi anni e nella stessa direzione di Mantova si stanno muovendo anche Pisa, Torino e Crema.

 
Martedì 13 Febbraio 2018, 19:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA