Multe da 100 euro ai no-vax, Sileri spiega: «Un deterrente, ma non l'unico»

Il sottosegretario alla Salute parla delle nuove misure del Governo

Multe da 100 euro ai no-vax, Sileri spiega: «Un deterrente, ma non l'unico»

Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, difende le ultime misure decise dal Governo per fronteggiare il Covid, in vigore da oggi. A cominciare dalla discussa multa 'una tantum' di 100 euro per i no vax.

Leggi anche > Bassetti sugli stadi: «Un errore il limite a 5.000 spettatori. Atteggiamento cervellotico»

«La multa di 100 euro per i non vaccinati contro il Covid-19 ha un valore. Il messaggio è 'vaccinati che è meglio per te e per la comunità', è un deterrente ma non è l'unico» - ha spiegato Sileri a 24 Mattino, su Radio 24 - «Tutti sanno che se vai in un locale e non sei vaccinato sei ulteriormente sanzionato. Senza vaccino non si può accedere praticamente a nulla. I numeri ci danno ragione: le persone sopra i 50 anni che si stanno vaccinando continuano a crescere».

«È comprensibile la preoccupazione per la riapertura delle scuole, ma ci sono le condizioni per ripartire in sicurezza. Con oltre un milione e mezzo di italiani in isolamento e una variante virale estremamente contagiosa ci potranno essere difficoltà e problemi organizzativi, come in tutti i settori, ma la scuola è da sempre una priorità per questo Governo, che ha ritenuto necessario andare avanti» - spiega Sileri sulla scuola  - «Sono state modificate le regole per la gestione dei casi e delle quarantene, e il commissario per l'emergenza ha confermato la disponibilità di test rapidi gratuiti».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Gennaio 2022, 13:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA