Treviso, il giallo del torrente: cadavere con maglietta, Nike e bermuda. Nessuno sa chi è

Il giallo del torrente: cadavere con maglietta, Nike e bermuda, nessuno sa chi è

E' giallo sul cadavere ritrovato ieri sul torrente a Fregona (Treviso) in via dell'Industria. Solo l'autopsia che sarà effettuata nei prossimi giorni potrà dare qualche dettaglio in più per cercare di risalire all'identità dell'uomo di mezza età con la carnagione chiara e senza capelli. Questo, insieme al suo abbigliamento (maglietta a maniche corte in cotone blu con scritte bianche e una canottiera bianca, bermuda di colore grigio blu e cintura con fibbia, calzini ginnici bianchi e scarpe Nike nere con inserti bianchi), sono gli unici dettagli al momento noti. 

Indagini in corso

Stando alle prime verifiche, non risulterebbero persone scomparse e denunciate come tali, nella zona. Per questo le indagini si sono allargate anche ai territori limitrofi. Al momento non ci sarebbero però riscontri e l'uomo non aveva con sè nè documento nè indizi per comprenderne l'identità. Si rende quindi necessario l'esame autoptico che sarà effettuato quanto prima per avere ulteriori informazioni sul ritrovato ma anche sulle cause del decesso. Stando ai primi esami, sembra che l'uomo sia rimasto lì per una decina di giorni.

Le cause del decesso

Tutte le ipotesi sono aperte sulle cause del decesso. Tra le ipotesi compare anche una caduta accidentale dal ponte. Non viene però nemmeno escluso il gesto volontario. Pare invece esclusa la morte violenta in quanto, stando alle prime indagini esterne effettuate sul corpo, non sarebbero emersi segni di violenza. 

Il ritrovamento

 Il cadavere era adagiato sopra il nastro trasportatore del sistema di filtraggio dei detriti sito sulla sommità della chiusa lungo il torrente Carron.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Luglio 2022, 22:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA