Trani, muore in stazione trascinato dal treno regionale: era rimasto incastrato tra le porte

Morto questa mattina dopo essere stato trascinato da un treno per circa 3-400 metri all'uscita della Stazione di Trani

Muore in stazione trascinato dal treno regionale: era rimasto incastrato tra le porte

Una tragedia orribile alla stazione di Trani in Puglia. Un uomo di 44 anni è morto questa mattina dopo essere stato trascinato da un treno regionale per circa 3-400 metri all'uscita della stazione di Trani. Sono in corso le procedure di identificazione e l'ascolto dei testimoni anche se molti di quelli che potrebbero contribuire alle indagini erano sul convoglio delle linee pugliesi diretto a Barletta ed è complicato rintracciarli. È accaduto questa mattina poco prima delle 9.

MORTO TRASCINATO DAL TRENO

L'uomo potrebbe essere rimasto incastrato ma saranno le indagini a stabilirlo. Sul posto è intervenuta la Polizia ferroviaria. Non è ancora chiaro se la vittima stava salendo sul treno o ne stava scendendo. Alcuni ritardi e rallentamenti si sono registrati sulla linea. Al momento in quella tratta si viaggia su un solo binario con marcia a vista.

LA DINAMICA DELLA TRAGEDIA IN STAZIONE A TRANI

Un uomo di 44 anni è morto questa mattina nella stazione di Trani dopo essere rimasto incastrato con una gamba nella porta del treno e travolto per alcune centinaia di metri dal convoglio in partenza mentre - è l'ipotesi - tentava di salire a bordo. L'incidente è avvenuto alle 8.38. Il traffico ferroviario tra Bari e Barletta è ancora sospeso e per i treni anche a lunga percorrenza, in parte già cancellati con servizi di bus sostitutivi, si prevedono al momento ritardi fino a circa 200 minuti.

Sull'episodio indaga la Polizia ferroviaria, coordinata dalla Procura di Trani che nei prossimi giorni disporrà l'autopsia per accertare, anche sulla base delle condizioni del corpo, la dinamica dell'investimento e quindi le cause dell'incidente.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Luglio 2022, 18:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA