Maradona, il cordoglio dei vip. Paolo Sorrentino: «Non è morto. È solo andato a giocare in trasferta». Da Conte a Zingaretti, il ricordo della politica
di Emiliana Costa

Maradona, il cordoglio dei vip. Paolo Sorrentino: «Non è morto. È solo andato a giocare in trasferta». Da Conte a Zingaretti, il ricordo della politica

Morto Maradona, il cordoglio dei vip sui social. Eros Ramazzotti: «Ciao fratello, come te nessuno mai». A pochi minuti dalla notizia della morte di Diego Armando Maradona, immediato il cordoglio dei volti noti. Le parole più toccanti arrivano da Paolo Sorrentino che pochi giorni fa ha finito di girare a Napoli il film dedicato al Pibe de Oro "È stata la mano di Dio". All'Ansa, il regista ha commentato: «Maradona non è morto. È solo andato a giocare in trasferta».

 

Leggi anche > Morto Diego Armando Maradona, aveva 60 anni: arresto cardiorespiratorio in casa

 

Tra i primi a dare l'ultimo saluto sui social al Pibe de Oro, Eros Ramazzotti. Il cantante romano ha postato su Instagram una foto insieme al campione e ha commentato: «Ciao fratello, come te nessuno mai. Riposa in pace». Caterina Balivo, tifosa del Napoli, ha twittato: «Diego Armando #Maradona, il più grande calciatore di tutti i tempi non c’è più. Una notizia terribile che fa male, malissimo. È morto il Dio del calcio. Buon viaggio Diego, sarai per sempre leggenda»

 

A salutare l'icona mondiale del calcio anche Antonella Clerici: «Come te nessuno mai... questo 2020 ha portato via anche te. Voglio ricordarti cosi con la maglia azzurra del Napoli, all'apice della tua carriera e dei ns sogni💔 #maradona🙏🏽 numero 10 per sempre».

 

Simona Ventura posta una foto con Maradona e scrive: «Caro Diego, sto piangendo, ma le mie sono lacrime amare. Con me, giovane cronista, sei sempre stato gentile e generoso. Senza dubbio eri e sarai sempre il più grande calciatore di tutti i tempi, ma il tuo mal di vivere non ti ha lasciato mai, se non in questo ultimo devastante momento. Non ti scorderò mai, Dio del calcio, che la terra ti sia lieve».

 

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti commenta: «Il mondo oggi perde uno dei calciatori più forti della storia. Diego Armando #Maradona, un'icona del nostro tempo. Buon viaggio».

 

«Il mondo intero piange la scomparsa di Maradona, che con il suo talento ineguagliabile ha scritto pagine indimenticabili della storia del calcio. Addio eterno campione». Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. 

 

Questo il ricordo di Vasco Rossi su Twitter: «Ciao Diego, Mito indiscusso Incantatore di palloni Impareggiabile e indomabile. In una parola sola... Maradona. Wiva Diego Armando Maradona!»

 

Il ricordo di Vincenzo Salemme. «Signor Diego Armando Maradona, mi chiamo Vincenzo Salemme e faccio l'attore. Non ho avuto la fortuna di conoscerla personalmente ma appena ho sentito la notizia della sua morte ho provato un dolore profondo, come quelli che si provano quando si perde un affetto molto caro. Le sto dando il lei per rispetto, per la stima che le porto e perché vorrei provare a dire qualcosa su di lei come persona e non come calciatore che pure ho amato alla follia tanto da diventare tifoso del Napoli grazie a lei». Così Vincenzo Salemme che nel ricordare il grande goleador, gli scrive una sorta di lettera di commiato. «Di lei voglio ricordare le lacrime - prosegue Salemme - quando venne indegnamente fischiato l'inno della sua nazionale e del suo paese. Di lei voglio ricordare la lealtà verso i compagni di squadra. Di lei voglio ricordare la capacità di riconoscere i propri errori. Di lei voglio ricordare gli inganni della tentazione nei quali è caduto e per quegli inganni credo che molti debbano chiedere perdono. Di lei voglio ricordare la generosità con la quale si mostrava al mondo, la mancanza totale di schemi, l'innocenza del suo genio e persino il declino del suo splendido fisico. Di lei voglio ricordare la frase regalata al grande Kusturica : 'Erik, te lo immagini che calciatore sarei stato senza la cocaina?'. Ebbene, signor Diego Armando Maradona, sappia, almeno da parte mia, che quella orribile droga che regala illusioni e onnipotenza, non è riuscita a scalfire il suo genio. E, per conto mio, non ha nemmeno annebbiato la sua enorme, gigantesca e dolorosa sensibilità. Per tutto quello che ha sofferto, a nome di tutti i 'normalì del mondo, io le chiedo perdono e la ricorderò per sempre con tutto il cuore».

 

«Sul web vedevo spesso la mia foto con Maradona. Era per prenderci in giro per le nostre dipendenze. Loro però non sapevano che io ero onorato di stare vicino a Diego perché era un mio vero amico. Mi manchi già leggenda dal cuore d'oro. Sei e rimarrai il mio n.1». Lo scrive su Twitter Lapo Elkann, postando una foto insieme al Pibe de Oro.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre 2020, 20:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA