Liguria, Toti pubblica lettera del Cts: «Diedero ok agli open day». Sette Regioni sospendono AZ e J&J

Liguria, Toti pubblica lettera del Cts: «Diedero ok agli open day». Sette Regioni sospendono AZ e J&J

Dopo il caso della 18enne Camilla Canepa, morta dopo il vaccino AstraZeneca che le era stato inoculato in occasione di un open day, il governatore della Liguria Giovanni Toti risponde su Facebook e pubblica una lettera del Cts alle Regioni, dello scorso 12 maggio, in cui si sottolinea che gli esperti non si opponevano all'uso proprio degli open day. «Il Cts non rileva motivi ostativi a che vengano organizzate dalle differenti realtà regionali iniziative, quali i vaccination day, mirate a offrire, in seguito ad adesione/richiesta volontaria, i vaccini a vettore adenovirale a tutti i soggetti di età superiore ai 18 anni», si legge nella lettera.

 

Leggi anche > Camilla morta dopo AstraZeneca, donati gli organi: «Un gesto d'amore»

 

Intanto sono sette le regioni in Italia che hanno già sospeso la somministrazione di vaccini a vettore virale - Astrazeneca e Janssen - per gli under 60. A Veneto, Lombardia, Sicilia, Campania e Puglia - che avevano preso questa decisione nei giorni scorsi - oggi si sono aggiunte anche Umbria e Valle d'Aosta. L'Emilia Romagna e il Piemonte hanno ribadito di attenersi alle indicazioni di Aifa, secondo cui Astrazeneca e Johnson&Johnson sono autorizzati dai 18 anni in su ma preferibilmente somministrati alla popolazione over 60. Altre regioni, inoltre, hanno affermato di essere in attesa delle decisioni del Cts e del ministero in merito a modalità di utilizzo e somministrazioni.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 11 Giugno 2021, 15:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA