Ragazzina pesta una coetanea e gli amici riprendono la rissa con il cellulare. Il sindaco: «Stop bullismo»

Molfetta, ragazzina pesta una coetanea e gli amici riprendono la rissa con il cellulare. Il sindaco: «Stop bullismo»

Ragazzina pesta una coetanea e gli amici riprendono la rissa con il cellulare. Accade a Molfetta. Una adolescente sorprende una coetanea alle spalle, l'afferra per i capelli e la fa cadere: una volta a terra la schiaffeggia con violenza, le dà un calcio sulla nuca e poi la colpisce in testa con un telefonino mentre la riempie di insulti. L'aggressione, avvenuta la sera del 10 agosto, è stata ripresa dagli amici della ragazza violenta con un telefono cellulare e il video è stato postato sul web da dove è stato rimosso dopo alcuni giorni. Alla scena, impietrita dalla paura, ha assistito un'amica della vittima. La notizia è riportata dalla Gazzetta del Mezzogiorno.

«Mi confronterò con i carabinieri ai quali spettano le indagini sull'episodio specifico - spiega il sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini - per quanto riguarda il ruolo del Comune ricordo alle famiglie e ai ragazzi che abbiamo attivato un servizio di consulenza psicologica in tutte le scuole, che ripartirà a settembre». «Il bullismo - conclude - è un fenomeno in crescita in tutto il mondo, e faccio un appello alle famiglie affinché imparino a intercettare comportamenti che possano essere un campanello d'allarme».

Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Agosto 2020, 12:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA