Mischia choc durante la partita di rugby, giocatore si ritrova col lobo dell'orecchio strappato a morsi

Mischia choc durante la partita di rugby, giocatore si ritrova col lobo dell'orecchio strappato a morsi

Gli infortuni di ogni tipo, in una partita di rugby, possono capitare con una certa frequenza. Quello che è avvenuto ieri a Polcenigo (Pordenone), tuttavia, rappresenta una gravissima anomalia: non capita infatti tutti i giorni di vedere un giocatore rimanere a terra, dopo una mischia, completamente insanguinato e senza il lobo dell'orecchio destro.



Questa è la terribile scena a cui hanno dovuto assistere i compagni di Marco Chesani, 34enne pilone del Pedemontana Livenza Rugby, formazione friulana che milita nel campionato di serie C2. Ieri, durante la sfida casalinga contro l'Oderzo, il pilone, durante la mischia, si è visto tranciare di netto, quasi sicuramente con un morso, il lobo dell'orecchio destro da un avversario.

Nella mischia, nessuno sembra essersi accorto dell'accaduto. Come riporta Treviso Today, Marco Chesani, che era rimasto a terra mentre si contorceva dal dolore, è stato trasportato d'urgenza al pronto soccorso di Pordenone, dove gli sono stati applicati ben venti punti di sutura. La dirigenza del club trevigiano, però, nega la responsabilità dei propri tesserati, anche se la polemica non è destinata a fermarsi qui: alcuni giocatori friulani avrebbero visto l'avversario responsabile del morso e, oltre a denunciarlo ai carabinieri, vorrebbero chiedere per lui la radiazione da parte della Federazione.
Ultimo aggiornamento: 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA