Mila Suarez, discriminata: «Sei marocchina, non ti affitto casa»

Mila Suarez, discriminata: «Sei marocchina, non ti affitto casa»

«Non si affitta a stranieri e meridionali». Una vera e propria forma di discriminazione che sembrava ormai ancorata al secolo scorso e che invece, negli ultimi anni, in alcune zone d'Italia sta tornando decisamente in auge. Ne sa qualcosa anche Mila Suarez: la modella ed ex concorrente del Grande Fratello, di origini marocchine, si è prestata ad un esperimento di Pomeriggio Cinque.

Leggi anche > Non è la D'Urso, Cicciolina choc: «È un uomo nero nero». Barbara D'Urso s'infuria. Polemica su Twitter: «Razzista»



Per la trasmissione condotta da Barbara D'Urso, infatti, Mila Suarez ha contattato alcuni proprietari di appartamenti in affitto. Dopo aver sentito l'accento straniero, però, una donna le spiega di voler affittare la casa esclusivamente a italiani. Quando Mila Suarez le chiede spiegazioni, la donna risponde così: «Non vogliamo marocchini. Gli stranieri danno molti problemi: fanno casino e i vicini si lamentano della puzza quando cucinano».

A quel punto, una inviata della trasmissione, spacciandosi per un architetto, chiama la stessa donna e concordare un appuntamento per la visita dell'appartamento è un gioco da ragazzi.

All'appuntamento, l'inviata di Pomeriggio Cinque si presenta in compagnia di Mila Suarez: «Lei è una mia amica marocchina, che però ha avuto un trattamento diverso da quello che ho ricevuto io». La donna, imbarazzata, risponde così: «Per l'affitto se ne può riparlare». E Mila Suarez replica: «Ah, adesso sì? Prima mi hai offesa, ora non voglio più questa casa».

Come se non bastasse, due ragazze di origini pugliesi ma residenti in Lombardia da diversi anni, insieme ad un'inviata di Pomeriggio Cinque, hanno provato a contattare una donna per una casa in affitto in provincia di Milano. La donna, dopo aver scoperto l'origine delle due ragazze, non ne ha voluto sapere: «Mi dispiace, ma i meridionali restano sempre meridionali, nel 2019 come nel 4000. Sono libera di affittare a chi voglio e non importa se vivete qui da tanto tempo: il luogo di nascita sui vostri documenti resterà sempre quello. Sì, sono razzista, al 100%: voglio affittare solo ai lombardi». Quando l'inviata della trasmissione prova a cercarla, la donna si chiude in casa e alcuni parenti cercano di respingere la troupe in malo modo: «Siamo in democrazia e siamo liberi di fare ciò che vogliamo, andate fuori dai c...i. Voi giornalisti non dite mai la verità».
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 6 Novembre 2019, 19:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA