Michele Merlo, c'è il primo indagato: è un medico accusato di omicidio colposo

Michele Merlo, c'è il primo indagato: è un medico accusato di omicidio colposo

Dopo mesi di denunce da parte della famiglia sembra che la morte dell'ex concorrente di Amici e XFactor potesse essere salvato

C'è il primo indagato per la morte di Michele Merlo. I genitori del ragazzo ex concorrente di Amici e X Factor da mesi si stanno battendo perché venga fatta chiarezza sulla sua morte avvenuta a causa di un’emorragia cerebrale scaturita da una leucemia fulminante. I familiari hanno dimostrato che prima di rivolgersi all'ospedale aveva chiesto ad altri medici per delle ecchimosi comparse sul corpo ma nessuno gli aveva dato peso.

 

Leggi anche > Ventenne violentata e ricattata dall'ex: «Costretta a fare sesso con i suoi amici». L'incubo lungo due anni

 

La morte di Michele, quindi, forse, poteva essere evitata? Sul caso si cerca di fare chiarezza e per ora c'è un indagato. Il reato contestato è quello di omicidio colposo in merito a condotte mediche, come riporta  il Corriere del Veneto, dopo che il fascicolo d'inchiesta per omicidio colposo è stato trasferito nelle scorse settimane d Vicenza a Bologna. Stando agli accertamenti fatti svolgere dal pm emiliano Elena Caruso, in particolare all’esito dell’autopsia e alle verifiche dei carabinieri del Nas, non è emersa alcuna responsabilità in capo ai medici degli ospedali bolognesi, quindi probabilmente verranno ascoltati i dottori che lo hanno allontanato prima che lui si rivolgesse all'ospedale di Bologna.

 

Quando Merlo è andato in ospedale le sue condizioni erano ormai troppo gravi e anche se avessero subito diagnosticato la leucemia non si sarebbe potuto salvare. Discorso diverso relativo alle richieste di aiuto di Michele fatte tra il 27-28 maggio, quando, secondo i periti, avrebbe avuto una probabilità di sopravvivenza compresa tra il 79% e l'89%.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Dicembre 2021, 11:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA