Maltempo, la tregua dura poco: ancora allerta piogge in vista. E da dicembre arrivano freddo e neve

Dopo la breve tregua torna la bassa pressione, ma con l'arrivo di dicembre oltre al maltempo l'Italia sarà attraversata da un gelo artico che porterà anche le prime nevicate in pianura

Maltempo, la tregua dura poco: ancora allerta piogge in vista. E da dicembre arrivano freddo e neve

di Redazione web

Dopo una lunga attesa sembra che l'inverno sia pronto ad arrivare. Il prossimo martedì 29 novembre vedrà come protagonista l'arrivo di un nuovo ciclone che porterà con sé freddo e forti piogge. Dopo i giorni trascorsi con il maltempo, la breve pausa sembra essere finita e su gran parte dell'Italia tornerà la bassa pressione.

Leggi anche > Ballando, Selvaggia accusa: «Un'ospite non mi ha fatto le condoglianze. E dirò presto come hanno trattato Lorenzo»

Se gran parte del Lunedì sarà caratterizzato da una tregua alle piogge, nella giornata di Martedì si cambia scenario e su buona parte del paese tornerà il maltempo, in modo particolare su Sicilia, Calabria e Sardega dove le precipitazioni saranno molto abbondanti. Piogge anche in alcune aree del Centro e del Nord, in modo particolare nelle Mache mentre al Nord la pioggia, seppur meno abbondante, potrà interessare buona parte delle regioni. Arriveranno anche le prime nevicate gia tra i 900/1000 metri di altezza sulle Alpi, mentre sugli appennini nevicherà alle quote di 1200/1300 metri.  

Mercoledì 30 il vortice ciclonico si sposterà ulteriormente verso sud-est: il meteo andrà migliorando al Nord e al Centro, mentre peggiorerà ulteriormente al Sud e ancora una volta soprattutto sull'area ionica dove si manterrà elevato il rischio di nubifragi con criticità a livello idrogeologico.

La situazione non sarà migliore con l'arrivo del mese di dicembre che porterà con sé Attila. Un nucleo gelido di aria artico-continentale, potrebbe spingersi verso l'Italia e portare freddo e neve a basse quote già prima dal ponte dell'Immacolata. Si tratterà del primo vero freddo in Europa, ma soprattutto in Italia.


Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Novembre 2022, 18:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA