Meteo, Italia spaccata in due fino al weekend: tempo da incubo al Nord e caldo torrido al Sud, le previsioni

Sarà un fine settimana da incubo per molte regioni d'Italia, mentre al Sud persisterà l'anticiclone africano

Meteo, Italia spaccata in due fino al weekend: tempo da incubo al Nord e caldo torrido al Sud, le previsioni

Torna il maltempo in Italia. Nei prossimi giorni lo Stivale sarà spaccato in due con perturbazioni e meteo da incubo al Nord, mentre al Sud resisterà l'anticiclone africano che ha caratterizzato il tempo stabile e il gran caldo degli ultimi giorni. 

Secondo quanto riportato da 3BMeteo, una perturbazione in arrivo dall'Atlantico si sta dirigendo verso il Nord Italia, orchestrata da una saccatura che dal Mare del Nord si sta scavando fin verso la Penisola Iberica. Le prime infiltrazioni umide ed instabili hanno già raggiunto le Alpi nella serata di lunedì 23 maggio, portando qualche temporale sconfinato alle adiacenti pianure pedemontane.

Il nuovo fronte ha già raggiunto il Nord Italia con una nuvolosità alta e stratificata che risulta più compatta tra Valle d'Aosta orientale e alto Piemonte, dove sono in corso alcuni deboli rovesciSul resto d'Italia prosegue il dominio dell'anticiclone africano, con tempo stabile e clima caldo, tanto che oggi si raggiungeranno i picchi termici su parte del Meridione, alle prese con la risalita di aria calda che precede l'ingresso del fronte in arrivo dalla Francia.

Nel corso del pomeriggio si sono sviluppati i primi fenomeni di instabilità sull'alto Piemonte, con rovesci su alto Torinese, bassa Valle d'Aosta, Biellese e zona del lago Maggiore. In alcuni casi i fenomeni si sono presentati in forma temporalesca, risultando anche intensi tra Verbano e Varesotto, dove in poche decine di minuti si sono accumulati quasi 30mm di acqua. La zona più colpita è quella del lago Maggiore al confine tra Piemonte, Lombardia e Svizzera, con temporali più intensi tra Tronzano e Cannobio. 

LE PREVISIONI DEI PROSSIMI GIORNI

MERCOLEDÌ 25 MAGGIO

Tempo instabile sin dalle prime ore della giornata su Alpi e Val Padana centro-occidentale con piogge e temporali anche forti; in giornata rovesci e temporali in estensione sparsa a parte della Val Padana, specie alle zone a nord del Po, ma anche su tratti dell'Emilia. Tempo più soleggiato sul resto d'Italia, pur con una certa variabilità in arrivo su Sardegna e Toscana associata a qualche pioggia in intensificazione sull'isola. Temperature in calo al Nord e Sardegna, in ulteriore lieve aumento al Sud con punte di 37°C sul Tavoliere. Venti moderati in prevalenza da sudest.

GIOVEDÌ 26 MAGGIO

Il fronte coinvolgerà ancora le nostre regioni settentrionali con una certa instabilità culminante dalle ore pomeridiane, caratterizzata da altri rovesci e temporali sparsi, più frequenti in prossimità delle zone alpine e prealpine, in locale sconfinamento alla pianura piemontese. Sul resto d'Italia sono attese condizioni più asciutte, anche se i cieli non risulteranno sempre sereni e verranno spesso offuscati da un'estesa nuvolosità alta e stratificata, anche con qualche pioggia in Sardegna, o temporale sulla costa occidentale, e nel pomeriggio sull'Appennino settentrionale. Le temperature si saranno già ridimensionate al Nord e in Sardegna, mentre il caldo insisterà al Sud dove sarà ancora piuttosto intenso.

VENERDÌ 27 MAGGIO

La presenza del vortice ad ovest della nostra penisola, indebolito dall'anticiclone alle latitudini centro-meridionali europee, sarà ancora causa di una certa instabilità che si manifesterà soprattutto di giorno lungo i rilievi alpini e appenninici, specie centro-settentrionali. Instabile anche in Sardegna con piogge e qualche temporale intermittente. Altrove, nonostante una prevalente assenza di fenomeni, permarrà una nuvolosità irregolare medio-alta e stratificata che offuscherà il cielo e disturberà l'andamento della giornata, determinando un certo ridimensionamento delle temperature anche al Sud, pur in condizioni di caldo ancora abbastanza intenso.

LA TENDENZA DEL WEEKEND

Il vortice che si sta scavando una strada verso il Mediterraneo centro-occidentale riuscirà a raggiungere entro il weekend anche il Sud Italia, coinvolgendo sabato le regioni più meridionali. Verrà inoltre affiancato dall'ingresso di correnti più fresche ed instabili in discesa dal Nord Europa, con conseguente incremento dell'instabilità anche al Centro-Nord e temperature destinate a calare vistosamente entro domenica.

SABATO 28 MAGGIO

Se tale dinamica verrà confermata ci attendiamo quindi un sabato caratterizzato da una instabilità crescente al Nordest, con piogge e temporali che con il passare delle ore si estenderanno verso ovest con moto retrogrado, fino a raggiungere la Val Padana occidentale con temporali che localmente potranno essere anche forti. Una certa instabilità dovrebbe svilupparsi nelle ore diurne anche sull'Appennino centro-settentrionale, attenuandosi però in serata e su parte delle regioni centrali. Contemporaneamente il Sud verrebbe coinvolto dagli effetti del vortice mediterraneo, con altri rovesci e temporali soprattutto tra Sicilia e Calabria.

DOMENICA 29 MAGGIO

Gli effetti delle due circolazioni instabili potrebbero fondersi in un'unica area di instabilità destinata prevalentemente alle regioni centro-meridionali, con rovesci e temporali in discesa da nord a sud lungo le regioni peninsulari. Il Nord Italia andrebbe invece verso un graduale miglioramento, così come le isole maggiori. A causa del l'afflusso dell'aria più fresca dal nord Europa le temperature subirebbero una generale vistosa diminuzione.


Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Maggio 2022, 23:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA