Matteo morto durante la Dad. Il papà: «Avvelenato dal nitrito, forse una challenge finita male»

Matteo morto durante la Dad. Il papà: «Avvelenato dal nitrito, forse una challenge finita male»

Com'è morto Matteo Cecconi, il giovane studente 18enne che ha perso la vita a Bassano del Grappa durante la sua lezione in Dad? Secondo il padre la causa potrebbe essere stata «una challenge», un tragico gioco finito male. Intervistato oggi dal Corriere del Veneto, il papà Alessandro ha detto che «credo sia stata una sfida che Matteo ha voluto fare. Non so se potesse essere un gioco, una challenge, e se esiste qualcosa del genere. La nostra ipotesi è un esperimento finito male».

 

Leggi anche > Malore in dad, Matteo muore a 18 anni. Il giallo della sostanza «comprata sul web»

 

Il giovane studente è morto lunedì mattina durante una pausa della Dad, con la sua scuola, l'Istituto tecnico di Bassano del Grappa. «Matteo aveva acquistato in rete del nitrito di sodio: un chilo lo scorso 14 aprile», spiega il papà. Il nitrito di sodio viene utilizzato per la conservazione degli insaccati, oltre che per la fabbricazione di farmaci, e pesticidi, ma in piccolissime quantità, perchè in quantità maggiori è tossico, e può anche portare anche alla morte.  Così, l'ipotesi più probabile, è quella dell'avvelenamento, che dovrà però essere confermata con l'autopsia disposta dall'autorità giudiziaria di Vicenza.  Forse «voleva fare un esperimento, con una combinazione con il Malox, che aveva acquistato, e se ha trovato in rete qualche combinazione di queste cose», ha spiegato il padre del 18enne. 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Aprile 2021, 21:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA